Buffon | Intervista | 20 agosto 2015

Buffon: “Baratterei uno scudetto per la Champions”

Buffon: “Baratterei uno scudetto per la Champions”

Gianluigi Buffon, capitano della Juventus, a margine dell’amichevole in famiglia di Villar Perosa, si è intrattenuto con i giornalisti presenti per anticipare alcuni temi della stagione agonistica 2015-2016. È cambiato tanto nella Vecchia Signora: sono andati via diversi top player avanti con gli anni, ne sono arrivati altri più giovani e con tanta fame di …

Gianluigi Buffon, capitano della Juventus, a margine dell’amichevole in famiglia di Villar Perosa, si è intrattenuto con i giornalisti presenti per anticipare alcuni temi della stagione agonistica 2015-2016. È cambiato tanto nella Vecchia Signora: sono andati via diversi top player avanti con gli anni, ne sono arrivati altri più giovani e con tanta fame di vittorie. Una sorta di anno zero? “Per certi aspetti è un’esperienza diversa – sottolinea Buffon alla ‘Gazzetta dello Sport’ – , dopo quattro anni sono cambiate tante cose, sono andati via tanti giocatori ma ne sono arrivati altrettanti buoni, però con una conoscenza del nostro calcio e dei compagni minori. Ci vuole solo un po’ di pazienza”.

Alla domanda se questa Juve sia più forte della precedente, il capitano non risponde, ma fa i complimenti alla società per aver avuto il coraggio di ricominciare: era forse finito un ciclo e qualche giocatore sembrava avere pochi stimoli e muscoli usurati.

Non so se questa squadra sia più o meno forte di quella delle ultime stagioni – prosegue – , ma su una cosa non ho dubbi: ha un grande futuro. Abbiamo preso i giocatori migliori che erano in circolazione, non so se si vincerà subito, ma credo che nei prossimi cinque anni riusciremo a sollevare di nuovo tre trofei in un anno. La dirigenza bianconera ha avuto il coraggio di osare. Non si può vincere in eterno, quando cambi così tanto corri sempre dei rischi, questo però non significa che serenamente abdicheremo. Vorremmo continuare a stupire ed entrare ancor di più nella storia della Juve, ma sappiamo che sarà più difficile.

I nuovi si sono inseriti alla grande e stanno prendendo ad esempio proprio senatori dello spogliatoio per capire cosa sia lo stile Juve:

Noi della vecchia guardia ci siamo limitati a dimostrare sul campo e negli allenamenti come siamo abituati a comportarci, e credo che questo sia il modo migliore per dare il buon esempio. Se uno non è sciocco entra subito in sintonia con noi – continua Buffon – , anche perché siamo un bel gruppo. Ci sono tutti gli ingredienti per ricostruire un ciclo vincente. Dei nuovi mi ha colpito Dybala per le capacità tecniche nel breve, di Mandzukic si capisce subito lo spessore europeo, anche Neto è un ottimo acquisto. Zaza sta faticando di più per la preparazione ma può diventare un’arma importante per noi. La Roma si è potenziata, il Milan è da temere per la svolta radicale che ha fatto prendendo un allenatore come Mihajlovic. Mi incuriosisce anche il Napoli di Sarri, se la piazza sosterrà il suo credo calcistico potrà fare bene. Credo che sia più difficile arrivare in finale di Champions che rivincere il tricolore. Però baratterei una finale con il tricolore solo se avessi la certezza di vincere la Champions.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi