Bordeaux - Juventus 2-0: tabellino e pagelle | JMania

Bordeaux – Juventus 2-0: tabellino e pagelle

Brutto passo falso della Juventus che si presenta in Francia convinta di mettere a segno il colpo qualificazione e invece la squadra di Blanc piazza la doppia zampata: 2 a 0 e qualificazione pericolosamente rimandata alla gara dell’ 8 dicembre prossimo con il Bayern Monaco, vittorioso per 1-0 con il Maccabi Haifa, nella quale ai bianconeri …

bordeaux-juventus_0Brutto passo falso della Juventus che si presenta in Francia convinta di mettere a segno il colpo qualificazione e invece la squadra di Blanc piazza la doppia zampata: 2 a 0 e qualificazione pericolosamente rimandata alla gara dell’ 8 dicembre prossimo con il Bayern Monaco, vittorioso per 1-0 con il Maccabi Haifa, nella quale ai bianconeri basterà un pareggio.
Francesi in vantaggio al 55° grazie ad una deviazione aerea di Menegazzo su cross calibrato di Palsil. La Juve messa in campo da Ferrara è impalpabile: incapaci di abbozzare una reazione di ogni tipo. Da segnalare solo un cross morbido dalla destra di Del Piero per Diego che incredibilmente non riesce ad insaccare a pochi centimetri dalla porta.
Il sigillo finale arriva al secondo minuto di recupero con Chamakh che insacca su calcio d’angolo.  

BORDEAUX (4-2-3-1): Carrasso; Chalmé, Ciani, Planus, Tremoulinas; Fernando, Diarra; Plasil, Gouffran, Wendel; Chamakh
A disposizione: Ramé, Placente, Traoré, Sertic, Bellion, Cavenaghi, Sané.
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Gourcuff, Jurietti, Henrique

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Caceres, Legrottaglie, Chiellini, Grosso; Felipe Melo, Sissoko; Camoranesi, Diego, Del Piero; Amauri.
A disposizione: Manninger, Grygera, Cannavaro, Poulsen, Marchisio, Giovinco, Immobile.
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Iaquinta, Trezeguet.

ARBITRO: Eduardo Iturralde Gonzalez

RETI: 55° Menegazzo; 92° Chamakh (B)

Le pagelle:

Buffon: 5,5 – Solito miracolo al 38° del primo tempo su Chamakh in uscita, ma sui due goal dei girondini poteva fare molto, molto di più.
Càceres: 6 – Uno dei pochi che si salva: corre tanto, preciso in difesa, si propone di seguito sulla fascia per i “dai e vai” tipici del gioco veloce stile Barcellona (buona scuola non mente), ma non è mai supportato adeguatamente dai compagni di reparto. Si perde Chamakh in occasione del secondo goal, ma la partita era già finita da un pezzo.
Chiellini: 6,5 – Il migliore dei suoi, e non è una novità.
Legrottaglie: 6 – Soffre non poco la velocità degli avversari, ma non sbaglia tantissimo.
Grosso: 5 – Non bene in difesa, poca spinta sulla fascia dove spesso perde la palla. Non ripiega come dovrebbe, anche perchè il fiato si fa corto un po’ troppo presto.
Felipe Melo: 4,5 – Stavolta devo veramente essere impietoso: il ragazzo ha sbagliato lo sbagliabile, ed anche di più. Un po’ meglio nel secondo tempo, ma soffre terribilmente la velocità degli avversari. Deve riposare, qualcuno lo dica a Ferrara, dato che da solo non ci arriva a quanto pare.
Camoranesi: 4,5 – Se gioca la palla, non ha eguali. Se non la gioca e per di più si mette a picchiare come un fabbro, giochiamo in 10. Rimane in campo per gentilissima concessione dell’arbitro…e di Ferrara.
Sissoko: 5,5 – Perde una marea di palloni, decisamente più di quanti normalmente ne riconquista. Non ha un riferimento dietro, dato che Ferrara invece dell’ottimo Poulsen gli affianca Felipe Melo.
Del Piero: s.v. – Non me la sento di giudicare il Capitano quando gioca ala sinistra. Non è il suo ruolo e si vede: sbaglia tutto e anche di più, ma la colpa non è sua ma di chi lo ha schierato in campo. Lontano dalla condizione migliore.
Amauri: 5 – Si sbatte come sempre, ma stavolta è veramente solo dato che non gli arriva una palla giocabile in tutta la gara. Sostituito per infortunio, speriamo che non sia grave.
Diego: 5 – Arranca, corricchia, si propone ma non è serata per la Juve. Il folto centrocampo francese lo imbriglia inesorabilmente e lui non trova mai una giusta collocazione in campo. Sbaglia un goal fatto a pochi centimetri dalla porta su cross di Del Piero.

Ferrara: 2 – Non ho più parole per descrivere la pochezza di questo “allenatore”. Blanc gli da una lezione di tattica non indifferente, nonostante abbia in rosa giocatori nettamente più scarsi dei bianconeri. Schiera Del Piero ala che equivale a far giocare in porta Galderisi; mette Giovinco sulla sinistra quando la partita è praticamente già persa (e si vede subito la differenza, ma ormai è tardi). Lascia in panchina l’unico vero interditore che abbiamo, tra l’altro in splendido momento di forma, che sarebbe tornato utilissimo per spezzare le trame del roccioso centrocampo dei girondini. In pratica non ne azzecca una, nemmeno per sbaglio, dato che la confusione regna sovrana nel suo cervello: si passa dal 4-2-3-1 ad un ridicolo 4-2-2-2 per finire con il 4-3-3 all’entrata in campo di Giovinco, che nemmeno i giocatori riescono a capire al volo.
E ora un trittico da paura: a Cagliari domenica, con l’Inter il sabato dopo e per finire l’infuocato ritorno di Champions con il Bayern Monaco, al quale serve una vittoria per passare il turno. Il destino della Juve in tutti i fronti (e spero anche quello di Ferrara) si decide in 13 giorni.

Fracassi Enrico – Juvemania.it

Un commento

  1. Che dire…la juve in europa è come il gratta e vinci..nelle partite decisive sai gia’ che perde!
    Paragoni con l’Inter??Il barcelona è la squadra piu’ forte d’europa,il bordeaux senza gourcouf è la Fiorentina d’italia.

    Cosa non funziona?
    Io faccio il tifoso,chiedete a Ferrara i seguenti perche’:

    1 perche’ hanno preso un terzino bollito come Grosso(torna presto Molinaro,almeno difende)

    2 perche’ hanno speso tanto per Melo quando Diarra del Bourdeaux è molto piu’ forte di lui

    3 perche’ gli attaccanti giocano solo sui calci d’angolo e qualche rinvio sbagliato

    4 perche’ chiellini e legrottaglie spazzano invece di appoggiare al centrocampista di riferimento

    5 perche’ quando Camoranesi non è in giornata ,Diego è inesistente!

    6 perche’ DelPiero esterno sinistro,se gia’ in nazionale ha fatto schifo in quel ruolo

    7 perche’ subiamo il gioco da tutti?

    8 perche’ l’esterno destro avversario è sempre libero da marcatura,che si chiami Cassani o Aronica!

    9 perche’ non si cambia allenatore…forse perche’ in giro sono rimasti 4 polli!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi