Bonucci: "Sciacquatevi la bocca", Orali: "Non succeda mai più"

Bonucci: “Sciacquatevi la bocca”, Oriali: “Non deve succedere mai più”

Bonucci: “Sciacquatevi la bocca”, Oriali: “Non deve succedere mai più”

All’indomani della vittoria della Juventus contro la Roma, Leonardo Bonucci, autore del gol decisivo contro i giallorossi ha twittato: “Sciacquatevi la bocca”. Si tratta di un tweet che il calciatore ripete spesso e che è direttamente collegato alla sua particolare esultanza. Fin qui non aveva dato fastidio a nessuno, ma ora che ad essere sconfitta …

bonucci-orialiAll’indomani della vittoria della Juventus contro la Roma, Leonardo Bonucci, autore del gol decisivo contro i giallorossi ha twittato: “Sciacquatevi la bocca”. Si tratta di un tweet che il calciatore ripete spesso e che è direttamente collegato alla sua particolare esultanza. Fin qui non aveva dato fastidio a nessuno, ma ora che ad essere sconfitta è stata la Roma, qualcuno ha parlato di grave mancanza di rispetto.

Il primo a riprendere Bonucci, è il team manager della nazionale italiana, Lele Oriali, che qualche anno fa ha patteggiato sei mesi di carcere per la brutta vicenda dei passaporti taroccati:

Una volta che si entra a Coverciano – dice Oriali – abbiamo una maglia di un colore unico che unisce tutte le tifoserie e chi viene convocato si deve adeguare. Bonucci è intelligente e ha capito subito e una cosa del genere non deve succedere più. Non è stata un’uscita molto felice e il ragazzo se n’è accorto subito. Se dovesse succedere di nuovo, ci saranno delle conseguenze e i diretti interessati lo sanno.

La spiegazione di Bonucci non si è fatta attendere e ve la proponiamo di seguito:

Premesso che la mia non voleva essere assolutamente una polemica e che ho massimo rispetto nei tifosi della Roma e nei giocatori e nella società – ha dichiarato – chi mi conosce sa che quello è un mio modo di esultare, una dedica per i miei amici. Non volevo assolutamente attaccare nessuno. Un gol come quello forse non lo farò mai più in futuro quindi lasciatemi la gioia per una rete così importante. Non c’era assolutamente voglia di offendere i tifosi o i giocatori della Roma ma solo di dedicare ai miei amici quel gol. Punto. Il mio ‘sciacquatevi la bocca’ era riferito all’esultanza. Potevo fare a meno di metterla, su questo siamo d’accordo. Nel futuro starò più attento nel pubblicare certe cose.

6 commenti

  1. Capitan sparrow

    Già, iosonojuventino92, alla faccia del codice etico…..
    Penso però che, oriali a parte (toh, mi è scappata l’iniziale minuscola….) Bonucci e tutti gli altri giocatori farebbero bene a non fomentare polemiche. Sono pagati per giocare a calcio, non per scrivere cavolate su Twitter. La canea scatenata sul nulla è un’avvisaglia importante: occhio, siamo di nuovo di fronte a una nuova ondata di sentimento popolare. Non mettiamoci anche noi ad aizzare twittando stupidaggini.

  2. triade_forever

    Oriali: sciacquati la bocca e pure qualcos’altro

  3. iosonojuventino92

    Mi sa che l’ho ritwittato.

    Comunque, Oriali ha fatto una parlata da mafioso. Vorrebbe estromettere lui Bonucci dalla nazionale, come la FIGC aveva già provato a fare nel 2012 per il calcioscommesse, lui che in nazionale non dovrebbe neanche mettere piede (intendo come dirigente, visto che nel 1982 ancora non praticava la professione), visto che, da i***rista qual’è, non ha i famosi ‘requisiti etici’: è stato CONDANNATO in sede penale per la FALSIFICAZIONE DI UN PASSAPORTO COMUNITARIO! E questo dovrebbe dire chi entra (e chi no) a Coverciano???

    Oh, ‘santo’ Oriali, vedi di andare a pascolare le galline….

  4. Ma se la smettessimo di mandare i ragazzi in nazionale? Così, tanto x fare una cosa nuova e prendere una posizione una volta..

    • iosonojuventino92

      Laura,

      Fosse così facile. Purtroppo, si dovrebbero convincere i calciatori per primi.

      E come fai a convincere un calciatore, che va in nazionale per motivi di carriera, soldi, fama e voglia di confrontarsi a livello i***rnazionale con i ‘colleghi’ (anche compagni di squadra) di altri Paesi (checché ne dicano gli intenditori da bar, quelli che “i calciatori amano solo i soldi”, il calcio rimane un gioco di testa e di cuore ed esistono ancora calciatori che hanno ambizione a confrontarsi a livello di manifestazione ufficiale i***rnazionale) e di vincere prestigiosi titoli, diventando l’eroe nazionale del calcio nostrano (ed io non sono patriottardo) per poter raccontare le proprie gesta ai nipoti, oltre che davanti ad uno schermo?

      Mettici anche il fatto che i ragazzi (i Nostri), adesso, vanno più volentieri perché c’è Antonio ad allenarli. E che, in caso di vittoria, ti spetterebbe un posto nello staff di Coverciano. Lippi ha allenato la nazionale anche dopo il 2006 (infatti non capisco i piagnistei di molti ‘mariti traditi-e-cornuti’ per il nuovo incarico di Conte..), dopo che la federazione gli ha mandato in B i calciatori con i quali aveva vinto in Germania.

      Ho letto commenti allucinanti, di gente che dà dell’omuncolo a Conte (ma ‘sti signori sono “juventini” o “anti-conte”???) solo perché ha convocato Pirlo.
      Come a dire che gli stesse puntando una pistola alla testa. Anzi, con Antonio Conte, che ha preso il posto di Papa Prandelli, Pirlo ci va anche più volentieri in nazionale!

      I calciatori non hanno la visione di nazionale che abbiamo noi: ossia, quella della ‘squadra della FIGC’.

      • Si hai ragione e sarebbe ingiusto impedire loro di andare perché è la loro realizzazione. La maglia della nazionale è giustamente importante per loro. E’ solo che ogni volta siamo cornuti e mazziati e sta reprimenda di sto personaggio è abbastanza discutibile. Se la facessero tra di loro la mazionale. Però è vero, è solo cuore e rabbia che ho nei confronti di tutti per le assurdità di questi giorni (e mesi e anni..)

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi