Bologna-Juventus: coppia malmenata da ultras juventini denuncia società bianconera | JMania

Bologna-Juventus: coppia malmenata da ultras juventini denuncia società bianconera

Bologna-Juventus: coppia malmenata da ultras juventini denuncia società bianconera

Scoppia un nuovo caso in merito agli aspetti extra calcistici avvenuti sabato sera nel pre-partita del Dall’Ara di Bologna dove era in programma il match di campionato tra Bologna e Juve. Come riporta la ‘Gazzetta dello Sport’, un gruppo di tifosi ultras bianconeri avrebbe malmenato una coppia di tifosi del Bologna, rei di indossare una …

corteo-tifosiScoppia un nuovo caso in merito agli aspetti extra calcistici avvenuti sabato sera nel pre-partita del Dall’Ara di Bologna dove era in programma il match di campionato tra Bologna e Juve. Come riporta la ‘Gazzetta dello Sport’, un gruppo di tifosi ultras bianconeri avrebbe malmenato una coppia di tifosi del Bologna, rei di indossare una sciarpa rossoblù. “Un uomo e una donna sui 35 anni, denunciano un’aggressione subita sabato sera da parte di undici ultrà della Juventus, prima della partita di campionato al Dall’Ara. L’uomo, M.B., è stato circondato in via Porrettana, colpito con calci, pugni e ginocchiate anche quando era in terra. La donna, L.S., intervenuta in sua difesa, anche con una bottigliata in testa riportando un trauma cranico. Uno degli aggressori sarebbe già stato identificato. Nei suoi confronti l’avvocato Massimiliano Baccilieri, che assiste la coppia, presenterà domani una denuncia querela, che sarà invece contro ignoti per gli altri tifosi. Il legale si riserva di denunciare la società Juventus per responsabilità oggettiva e di accertare, mediante l’attività della magistratura, se i 4 pullman di ultrà siano stati pagati dalla Juve. La Digos ha avviato subito le indagini del caso”. Insomma, qualora fosse vero che il presidente Agnelli abbia sovvenzionato la trasferta di questi violenti, la Juventus pagherà in prima persona.

8 commenti

  1. capitan Sparrow

    Non ci sono giustificazioni, se hanno fatto questo vanno denunciati. Attenzione però: a forza di avvelenare questo sport (ha ragione Azzz, solo che ha sbagliato parte, perché noi botte fuori dallo stadio, lanci di escrementi e assalti al pullmann li subiamo da tanto tempo, dalle sue parti) si rischia in aumento della violenza. Ripeto, chi commette certe azioni deve pagare, qualsiasi sia la squadra per cui fa il tifo. E’ ora però che la Federazione intervenga squalificando i campi in cui avvengono gesti di violenza, lanci di escrementi e dove vengono esposti striscioni o cantati cori indecorosi, atti che sono l’anticamera della violenza fisica. Se non si farà questo, piangeremo presto la perdita di vite umane.

  2. non so come siano andate realmente le cose, ma a prescindere da questo, non mi sento compagno di tifo di persone violente, e la Juventus deve sempre e comunque dissociarsi da coloro che sporcano la nostra reputazione e la nostra maglia con comportamenti vergognosi.Niente giustifica la violenza, nemmeno l’amore x la nostra Juve.

  3. Ragazzi, ma perdete ancora tempo a rispondere a questo troll? Censuriamolo e basta.

  4. @azzzz ……. è chiaro che non capisci un CAZZZZ.
    Quei delinquenti, sono come te e come quelli che assaltano i pulmann JUVENTINI e, che tu appoggi e giustifichi.
    Fra quelli che devono vergognarsi, tu sei fra i primi.
    Nasconditi e taci!!!!

  5. azzzz…….prova a spiegarti in italiano, magari ricevi una risposta adeguata

  6. State avvelenando il nostro sport.
    DELINQUENTI !

  7. Eilà, le stesse cose avvenute a Napoli prima della partita che hanno prodotto i 51 DASPO a dei delinquenti con precedenti penali. e’ normale che dopo i danni che fate a persone e cose all’arrivo in altre città. POI quando arriva il pulmann con i MARIUOLI gli tirano di tutto, coppetielli compresi. Vergognatevi!

  8. E il Bologna non dovrebbe pagare in prima persone per i sassi e i bastoni verso il pullman della Juve? Quelli sì che erano certamente tifosi del Bologna!

    Se si deve pagare, che siano tutti a farlo!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi