Bologna-Juventus: "ci aspettano con sassi e bastoni ma nessuno ne parla" | JMania

Bologna-Juventus: “ci aspettano con sassi e bastoni ma nessuno ne parla”

Bologna-Juventus: “ci aspettano con sassi e bastoni ma nessuno ne parla”

“L’esultanza? Se non posso neanche eslutare con i tifosi dopo una vittoria importante allora non so più che fare. So che quando vinciamo dà fastidio a tanti, ma la mia di certo non è stata una mancanza di rispetto. Noi veniamo sempre accolti in maniera tremenda, gente che ci insulta, bastonate, ed altro. Facciamo vedere …

conte-esultanza-juveL’esultanza? Se non posso neanche eslutare con i tifosi dopo una vittoria importante allora non so più che fare. So che quando vinciamo dà fastidio a tanti, ma la mia di certo non è stata una mancanza di rispetto. Noi veniamo sempre accolti in maniera tremenda, gente che ci insulta, bastonate, ed altro. Facciamo vedere queste cose. Io continuerò a festeggiare con i miei tifosi. Ho vinto, sto vincendo uno scudetto, e non posso tifare con i tifosi? Non si può sempre fare polemica. Il bacio? Era per mia figlia Vittoria“. Antonio Conte ne è ha per tutti al termine di Bologna-Juventus, principalmente per il tecnico degli emiliani, Stefano Pioli, che aveva aspramente criticato l’esultanza del tecnico bianconero a fine gara. Piuttosto, evidenzia Conte, nessun oche parli del fatto che per la seconda trasferta consecutiva, il pullman della Juventus viene accolto da sassaiole e bastonate. “La Juve una F1? Sicuramente è una macchina che viaggia spedita, ma questo già dall’anno scorso. Siamo in testa dalla passata stagione, e dobbiamo continuare così perché ancora non abbiamo vinto niente. C’è da tagliare il traguardo, mancano ancora nove partite e ci sono 27 punti. Siamo in una buona posizione, meritata per quello che abbiamo fatta. Manteniamo il piede sull’acceleratore perché abbiamo anche un bellissimo sogno che si chiama Champions League“, ha aggunto Conte ai microfoni di’Sky Sport’.

Tornando sulla gara, l’allenatore bianconero spiega le sue scelte: “Peluso e Padoin hanno interpretato alla perfezione i dettami tattici. Abbiamo preparato molto bene la partita, e abbiamo messo in difficoltà il Bologna. Era importantissimo vincere. Se avessimo perso avremmo dato degli input positivi a chi ci insegue. Abbiamo meritato, e sono contento dell’interpretazione che hanno dato i ragazzi”.  Infine, l’immancabile battuta sul suo futuro, del quale si parla tanto in questi giorni: “Un futuro lontano dalla Juve? Sicuramente un domani c’è la voglia di misurarsi all’estero. Però ora c’è un bellissimo percorso con la Juventus e penso solo a questo. Vincere con la Juve poi, attira antipatia. Dove andiamo andiamo veniamo accolto sempre in maniera brutta. Non lo capisco, e mi chiedo dove andremo a finire continuando così“, conclude Conte.

6 commenti

  1. Edo, è tutto il Paese che è così, il calcio non è un’eccezione, ma una fatografia veritiera. Si privilegiano sempre i piagnoni, i pigroni e nullafacenti, coloro che già sono sistemati. Mentre chi studia molto, ha voglia di lavorare e fare cose serie, viene sempre mortificato e messo al bando o allo sbando.

  2. in questo, scusate, la dirigenza dovrebbe fare qualcosa. Perchè non si arma di telecamere ad ogni partita e stadio e cominciano le riprese amatoriali? Telecamere puntate sugli spalti, anche di nascosto se necessario, per vedere tutto quello che gli altri non vedono: striscioni, insulti, bastonate e sassi.

    E che vengano denunciati gli individui che se ne macchiano le mani, intanto alle autorità, poi alla società ospite, poi alla lega e alla FIGC e poi che inizino a girare su internet se nessuno ci dà ascolto…

    è assurdo questo clima di violenza. Stanno aspettando davvero che ci scappi il morto? O non vedono l’ora? Oppure diranno poi ‘la juve se l’è cercata?’

    c’è troppo schifo in giro e onestamente io in questo clima non riesco nemmeno a pensare di andare a vedere una partita allo stadio…

    nessuno vede nulla? che si denunci tutto: arrivano sassi sul pullman? che si facciano delle foto e si vada da polizia e carabinieri. Che siano atti di vandalismo, o di tentate lesioni a persone, che si denunci. E visto che nessuno ci tutela, facciamolo noi stessi!

  3. concordo con edo SU TUTTO!!!

  4. Io non ipotizzo un bel niente, ne sono sicuro al 100%. Ormai dopo Calciopoli abbiamo visto chi comanda. Abbiamo visto che fanno entrare mafiosi nella Lega. Abbiamo visto che la stampa è tutta antijuventina. Abbiamo visto che se uno striscione razzista appare allo J.Stadium scatta la multa, mentre se appare in qualunque altro stadio non se ne parla nemmeno. Abbiamo visto che se ci sono incidenti ai danni della Juve non si prendono provvedimenti e non se ne parla nei media. Abbiamo visto che se Mazzarri insulta ad ogni partita l’arbitro, facendosi espellere, questa è la normalità, mentre se Conte esulta coi suoi tifosi per il probabile gol-scudetto lo si critica a prescindere. E abbiamo visto che se un arbitro sbaglia a favore della Juve viene linciato, mentre se sbaglia contro la Juve nemmeno se ne deve parlare! E’ un calcio corrotto fin dalle fondamenta!

  5. blanc et noir; quoto in pieno, è lampante anche perchè la lega calcio non prende provvedimenti, dovrebbe agire squalificando il campo per il resto del campionato e facendo giocare il resto delle gare a porte chiuse.
    Ma si sa questo potrebbe succedere solo allo Juventus Stadium, per gli altri è tutto ok.

  6. blanc et noir

    penso che ormai si debba cominciare ad ipotizzare un preciso disegno e che questi gruppi di guerriglia urbana agiscano su commissione. lo scopo mi sembra abbastanza chiaro, intimidire e destabilizzare. non a caso conte ha cominciato a valutare l’ipotesi di mollare, di pellaccia ce n’è una sola. i mandanti? i soliti, quelli che hanno tutto da guadagnare a distruggere la juve, clan del naviglio in testa.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi