Benitez alla Juve: è una questione di buonuscita | JMania

Benitez alla Juve: è una questione di buonuscita

Alberto Zac­cheroni ha tutta l’intenzione, come ha detto lui stesso, «di mettere in se­ria difficoltà i dirigenti», cioè di convincerli a sfruttare l’opzione di rinnovo prevista dal contratto. E poi c’è Ra­fael Benitez, l’ammiraglio in teoria designato a raccoglie­re il testimone a giugno. L’uomo individuato per il nuovo progetto Juventus è lo spagnolo, cui si vorrebbe consegnare …

rafa-benitezAlberto Zac­cheroni ha tutta l’intenzione, come ha detto lui stesso, «di mettere in se­ria difficoltà i dirigenti», cioè di convincerli a sfruttare l’opzione di rinnovo prevista dal contratto. E poi c’è Ra­fael Benitez, l’ammiraglio in teoria designato a raccoglie­re il testimone a giugno. L’uomo individuato per il nuovo progetto Juventus è lo spagnolo, cui si vorrebbe consegnare una “in­vicibile armada” degna delle altisonanti ambizioni della società di Corso Galileo Fer­raris.
A Liverpool non han­no particolarmente gradito il clamore suscitato dalle ulti­me indiscrezioni trapelate in Italia così come in Gran Bre­tagna. Nella fattispecie, i vertici dei Reds non hanno apprezzato che certi “presun­ticontatti tra la Juventus e l’entourage di Benitez venis­sero a galla, non hanno ap­prezzato gli ammiccamenti del tecnico. Ecco perché il magnate ame­ricano Tom Hicks, proprieta­rio del liverpool insieme con George Gillet, hanno provve­duto a correre ai ripari in maniera quanto più possibile ufficiale “suggerendo” a Be­nitez una bella marcia indie­tro a livello pubblico (con an­nessa dichiarazione d’amore eterno ai colori del Liverpool messo in bella mostra sul si­to Internet del club) e diffi­dando la Juventus dal con­tattare il proprio tesserato se non vuole rischiare d’essere denunciata agli organi Fifa.
La sensazio­ne è che – al di là delle questioni diplo­matiche – un matrimonio tra Benitez e la Juventus fareb­be comodo a tutti. Il Liver­pool, che non versa in condi­zioni economiche floridissi­me, si sgraverebbe volentieri da un ingaggio di quasi 25 milioni per i prossimi 4 anni. Benitez, poi, accoglierebbe di buon grado la possibilità di avviare un nuovo, sontuoso progetto in una delle società più blasonate al mondo e – ol­tretutto – in una Nazione che ama particolarmente. La Ju­ventus, beh, la Juventus si sa: accoglierebbe Benitez a braccia aperte. Il nocciolo della questione sta in quei 25 milioni in eu­ro d’ingaggio. Considerando che a questo punto la rescissione slitterà fino a giugno e che dunque anche il Liverpool avrà modo di riorganizzarsi a piacere, Benitez si aspetta una buonuscita, quanto­meno una “ liquidazione”. Inutile dire che Hicks e Gil­let siano di tutt’altro avviso, piuttosto disposti a sfruttare le ultime indiscrezioni trape­late per riuscire ad ottenere una rottura unilaterale del rapporto.

Leggi il resto dell’articolo sull’edizione di Tuttosport in edicola

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi