Benatia: "Champions deve essere un obiettivo" | JMania

Benatia: “Champions deve essere un obiettivo”

Benatia: “Champions deve essere un obiettivo”

Mehdi Benatia ha scelto la Juventus per vincere: ecco cosa ha dichiarato oggi a Premium Sport il difensore marocchino ex Roma e Udinese

Mehdi Benatia ha scelto la Juventus per vincere. Dopo due stagioni al Bayern Monaco, il difensore marocchino voleva tornare in Italia e quale miglior club se non la Juve penta-campione? “Chi arriva alla Juve deve capire che qui si deve vincere. Ed è per questo che sono venuto”, dice oggi intervistato da Premium Sport.

Tra due giorni ci sarà il debutto in campionato: di fronte ai bianconeri la Fiorentina dell’ex Paulo Sousa. Seppur con qualche assenza, la Vecchia Signora è pronta per l’impegno e vuole partire assolutamente con il piede giusto.

“Abbiamo lavorato tanto – continua Benatia – , affrontando una preparazione abbastanza pesante, ma d’altra parte l’estate è il momento giusto per mettere le basi. Siamo felici di cominciare il campionato. C’è grande attesa per la Juve, sembra che sia tutto scontato, ma non è così. Vogliamo continuare a vincere, anche se sappiamo che non sarà facile, perché gli avversari hanno qualità. Dovremo continuare sulla scia di quanto fatto gli anni scorsi e dare magari qualcosa in più per sognare anche in Europa”.

I tifosi, ovviamente, sognano quella coppa dalle grandi orecchie che a Torino manca da oltre 20 anni…

“Il primo obiettivo è il sesto scudetto, perché centrarlo vorrebbe dire entrare nella storia, poi c’è la Champions, che è un sogno che dovremo cercare di realizzare. In effetti il termine sogno fa pensare a qualcosa di impossibile, mentre io credo – sottolinea – che la società e la squadra stiano lavorando per vincere. Sarà difficile, ma dev’essere un nostro obiettivo”.

Benatia e la lotta scudetto

Ieri il tecnico dell’Inter ha punzecchiato la Juventus sulla lotta scudetto. Ecco la griglia di partenza secondo Benatia.

“Chi temo per la lotta scudetto? La Roma – suo ex club – che è una grande squadra, con qualità, e ha Spalletti che è un ottimo allenatore. Sarà lì fino alla fine. Poi c’è l’Inter, che ha fatto un mercato interessante e il Milan, che ha preso Montella che un grande allenatore. Noi? In avanti abbiamo la fortuna di avere grandi giocatori. Se Higuain e Dybala riuscissero negli stessi numeri dello scorso anno e noi facessimo bene il nostro lavoro dietro, il titolo sarebbe già più vicino. I miei compagni di difesa? È un piacere lavorare con loro, si può imparare molto. E poi c’è il capitano… Ho giocato tante volte contro di lui e ho sempre avuto un grande rispetto per la sua carriera e per quanto rappresenta. È un modello per i ragazzini”, conclude.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi