Bayern Juventus | Tensione Allegri-Mandzukic

Bayern Juventus: tensione Allegri-Mandzukic prima della partita

Bayern Juventus: tensione Allegri-Mandzukic prima della partita

Bayern Juventus, i bianconeri vanno fuori e nel pre-partita ci sarebbe stato un acceso confronto tra il tecnico Allegri e il centravanti Mandzukic

Bayern Juventus, i bianconeri vanno fuori e a quanto pare nel pre-partita ci sarebbe stato un acceso confronto tra il tecnico Massimiliano Allegri e il centravanti Mario Mandzukic. Lo riferisce oggi la ‘Gazzetta dello Sport’, secondo cui il croato non avrebbe gradito la decisione dell’allenatore toscano di schierarsi con il 4-5-1 e solo Alvaro Morata in avanti. Una volta comunicata ai giocatori la formazione che sarebbe scesa in campo dall’inizio – scrive la rosea – Mandzukic avrebbe provato a convincere il tecnico a farlo scendere in campo, anche se non era al meglio.\r\n\r\nAllegri non gli ha dato retta, nonostante tra i due pare sia nata un’accesa discussione: l’allenatore della Juventus ha puntato su Morata e fino al 70’ ha avuto ragione lui. Poi il cambio dello spagnolo per far entrare proprio Mandzukic e la partita della signora è praticamente finita lì. L’ex Bayern non è stato alto a pressare come faceva Morata, schiacciandosi sulla linea dei centrocampisti e dando metri di campo preziosi agli avversari. Non solo, il croato non è parso in condizioni atletiche sufficienti da tenere botta contro il centrocampo e la difesa dei bavaresi.\r\n

LEGGI ANCHE  Allegri post Genoa-Juve: "Colpa mia, ma la sconfitta ci farà bene" [VIDEO]

Bayern Juventus: pace fatta tra Allegri e Mandzukic?

\r\nÈ stato il tracollo e probabilmente, potendola rigiocare, allegri non farebbe mai entrare Mandzukic in campo. Ora, resta da capire se lo screzio tra il centravanti e l’allenatore rimarrà un episodio isolato o se avrà degli strascichi nel loro rapporto da qui a fine stagione.

Un commento

  1. Capitan Sparrow

    Il fatto è che un allenatore è pagato per decidere durante la partita, non se la potesse rigiocare….Se la verità è questa, vanno mandati altrove sia il giocatore che l’allenatore.

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi