Baldini: "Io e Cannavaro? Due pesi e due misure" | JMania

Baldini: “Io e Cannavaro? Due pesi e due misure”

«Se sei innocente è normale che ti girino le scatole. Però, guardando a quello che è successo a me e Cannavaro…c’è da riflettere…». Le due medaglie d’oro ai recenti Mondiali di scherma non hanno restituito la completa serenità ad Andrea Baldini. La stella azzurra del fioretto ha pagato con 6 mesi di squalifica per un …

andrea_baldini«Se sei innocente è normale che ti girino le scatole. Però, guardando a quello che è successo a me e Cannavaro…c’è da riflettere…». Le due medaglie d’oro ai recenti Mondiali di scherma non hanno restituito la completa serenità ad Andrea Baldini. La stella azzurra del fioretto ha pagato con 6 mesi di squalifica per un caso di doping dai contorni non definiti. Negli ultimi giorni, anche Baldini ha seguito da spettatore interessato il caso di Fabio Cannavaro, il capitano della nazionale di calcio coinvolto suo malgrado in una vicenda di doping che si è poi risolta con l’archiviazione. «Provo rammarico nel constatare che si fanno due pesi e due misure a seconda dello sport, di quanto un mondo sia più o meno importante o abbia un giro economico più o meno alto»

, dice Baldini all’ADNKRONOS. Lo schermitore saltò le Olimpiadi di Pechino per la positività al furosemide, un diuretico. Ad aprile di quest’anno, il tribunale della federscherma internazionale (Fie) gli ha inflitto una squalifica di soli 6 mesi riconoscendo come responsabile della sua positività «una terza parte sconosciuta». Lo schermitore di Livorno è tornato in pedana «a suonarle un pò a tutti» e ai Mondiali si è preso la rivincita conquistando due ori nel fioretto individuale e a squadre. I trionfi sulla pedana di Antalya non hanno cancellato la rabbia per «quella brutta storia» che nell’estate del 2008 lo privò del sogno olimpico. «Mi fa piacere che nel caso di Cannavaro si sia usato buonsenso e non sia calata una mannaia su di lui», sottolinea Baldini. «Magari a volte la giustizia prende delle ‘scorciatoiè, ma ripeto: è giusto che Cannavaro possa tornare a giocare e che prima di affossare qualcuno si valuti con attenzione se una persona è colpevole o meno. E nel caso di Cannavaro -aggiunge- mi sembrava palese che non lo fosse».

Credits: ANSA, ADNKRONOS
Fracassi Enrico – Juvemania.it

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi