Attaccanti Juve sotto osservazione, Conte continua a preferire Borriello a Matri | JMania

Attaccanti Juve sotto osservazione, Conte continua a preferire Borriello a Matri

Attaccanti Juve sotto osservazione, Conte continua a preferire Borriello a Matri

Nonostante i buoni risultati fin qui raccolti, nell’ambiente della Juventus ne erano consapevoli: a giugno occorrerà agire pesantemente sul mercato per instillare qualità in una rosa fatta fin qui di molti corridori. Gli operatori di mercato bianconeri stanno scandagliando l’Europa e stanno mettendo a segno ottimi colpi in prospettiva futura, ma ciò che servirà prima …

Nonostante i buoni risultati fin qui raccolti, nell’ambiente della Juventus ne erano consapevoli: a giugno occorrerà agire pesantemente sul mercato per instillare qualità in una rosa fatta fin qui di molti corridori. Gli operatori di mercato bianconeri stanno scandagliando l’Europa e stanno mettendo a segno ottimi colpi in prospettiva futura, ma ciò che servirà prima di tutto sarà il top player in attacco, uno che come Ibrahimovic faccia la differenza in termini di punti in classifica, oltre che di marcature.
Chiaro dunque, che nel reparto offensivo siano tutti sotto esame, tranne uno. Alessandro Del Piero, infatti, ormai ai margini della rosa, lascerà la casacca bianconera a giugno. Certo, il capitano avrebbe immaginato addio migliore, ma ormai per lui si prospettano solo pochi scampoli da qui a fine stagione. Tutto in discussione, invece, per gli altri quattro componenti, Matri, Vucinic, Quagliarella, Borriello. Sulla carta un attacco di tutto rispetto, ma nella realtà dei fatti uno dei reparti offensivi meno prolifici degli ultimi anni. Attualmente, appena 16 gol su 39 sono stati siglati dagli attaccanti, 10 dei quali portano la firma di Matri. In campionato, infatti, sono ancora al palo lo stesso Del Piero e Borriello, 2 i gol di Quagliarella e 4 quelli di Vucinic.

Nelle prossime giornate tutti, dunque, si giocheranno la riconferma che sarà calcolata in termini di gol, ma anche di capacità di sopportare tensione e concorrenza in vista della Champions League. Vucinic avrebbe dovuto essere l’uomo chiave, ma sin qui ha deluso: pregevole il gol a Bologna, ma la prestazione è stata nettamente insufficiente. Tale addirittura da far rimpiangere ai tifosi bianconeri i tempi di Amauri, Iaquinta e Toni. Quagliarella paga ancora l’inizio ad handicap causa infortunio, mentre Matri, seppur fin qui il più prolifico non garba tanto a Conte. E’ vero – sostiene il tecnico bianconero – corre tanto e si danna, ma è meno centravanti di manovra e più bomber. Ecco perché in vista di Genova l’ex romanista è ancora avvantaggiato sull’ex cagliaritano per affiancare l’intoccabile montenegrino: il tecnico bianconero preferisce la sponda alla profondità, ma soprattutto è convinto che presto Borriello comincerà a segnare con costanza, come nell’anno proprio al Genoa. Checché ne dica radio mercato, dunque, in vista di giugno, ha più probabilità quest’ultimo di essere confermato, piuttosto che Matri. Conte ha carta bianca, la scelta la farà (e la sta già facendo) solo lui.

[poll id=”50″]

14 commenti

  1. Cos’ha fatto Quagliarella per essere benvoluto dai tifosi più di quanto lo sia Vucinic? Dobbiamo ancora pagare lo scotto dell’aleatoria stagione passata dove ogni mediocre sembrava un fenomeno? Il caso Krasic non insegna nulla?…. Ah! Molto importante e me ne stavo quasi dimenticando… il signor Quagliarella è costato la bellezza di quindici milioni!!! Capito? 15 MILIONI DI EURO!!! QUINDICI MILIONI DI EUORO! Cos’ha fatto per meritarli? Con quei soldi il napoli ci ha comprato un certo Cavani…..

  2. preferire Borriello a Matri, secondo me è un errore che pagheremo(e stiamo pagando) a caro prezzo,e quel prezzo,cari amici Juventini è ilprezzo del biglietto per l’ingresso diretto in Champion’s…
    Conte deve mettere fuori il Fu principino e Borriello.
    per Vucinic,direi che è un genio ma è una testa di caxxo,pero’ vederlo come punta insieme a Matri,intendo mooolto piu’ vicino alla porta,potrebbe cambiare il suo rendimento e di conseguenza il suo umore lunatico.

  3. cuorejuventino

    matri deve restare e devono partire borriello e vucinic

  4. concordo con Carlo. serve velocita’! Elia deve giocare, almeno qualche spezzone di gara…

  5. Vorrei capire che fine ha fatto ELIA…è un giocatore totalmente fuori forma? Ha dimenticato come si gioca a calcio? E’ in infermeria? E’ in disaccordo con Conte? ….. Fatemi sapere.

  6. Scrivo solo per confessare un errore compiuto nel sodaggio…ove ho votato Matri…affermo, invece, che Matri e’ l’UNICO che confermerei e lo metterei al centro di un attacco con due ali offensive.

  7. Tatticamente il problema della ns sterilità paradossalmente trova spiegazione nel costante “possesso palla”, attuato da Conte.In poche parole, non sempre spingere gli avversari nella propria metà campo e tenerli li per 70 minuti è un vantaggio, soprattutto quando sono squadre che abitualmente giocano con tutti gli effettivi dietro la linea della palla.In situazioni così caotiche di “traffico”, quale altra soluzione se non il colpo di testa della “torre”, può sbloccare l’inerzia della partita?
    La nostra squadra, gioca raramente in “verticale”, e non sempre il giro palla in “orizzontale è accompagnato da movimenti senza palla.Le due mezz’ale da un bel po, hanno finito di sganciarsi in verticale, perchè è venuto meno il gioco largo dei terzini che aprivano i varchi centralmente.
    La soluzione quale potrebbe essere?Pressare meno “alti” gli avversari, farli allungare schierandosi a tre in mediana, e affidando il gioco d’attacco a gente come Elia, Giaccherini,Pepe che in velocità possono offrirti la giocata “verticale”.Punta centrale, l’unico che sa dare del tu al pallone in attacco ovvero Vucinic………….

  8. Mi sa che qui hai colto nel segno 😀 “tendenzialmente quando riconquistiamo palla, la facciamo girare troppo in orrizzontale o all indietro a cercare pirlo per ripartire, intanto la squadra avversaria ha tutto il tempo per riposizionarsi con difesa e linea mediana”.
    A questo punto, se devi giocare così ti serve una torre fissa in area alla Toni per dire, a cui alla fine arriva il cross. Altrimenti soluzioni con questo gioco lento non ce ne sono

  9. @ juventino DOC….come dici tu, non sfondiamo mai centralmente….mi chiedo perche’?….l’unica ragione plausibile, secondo me, e’ che tendenzialmente quando riconquistiamo palla, la facciamo girare troppo in orrizzontale o all indietro a cercare pirlo per ripartire, intanto la squadra avversaria ha tutto il tempo per riposizionarsi con difesa e linea mediana….con le difese chiuse a riccio, pure messi e ronaldo farebbero fatica a sfondare centralmente…..insomma non facciamo praticamente quasi mai una ripartenza veloce, in modo da sorprendere le difese avversarie….a volte converrebbe, soprattutto con le piccole pressare un po’ meno alti, per avere piu’ spazio per le ripartenze veloci in verticale degli attaccanti…..l’ultimo gol di vucinic ne e’ un esempio se vuoi…..ciao e forza juve

  10. Aggiunto il sondaggio. Dite la vostra

  11. Ma quando mai conte ha detto o dimostrato di preferire borriello a matri?…..non ci credo proprio…..borriello e’ il quarto attaccante…..come qualita’ gli altri 3 gli sono nettamente superiori, e non di poco…..forza juve

  12. Juventino DOC

    Sicuramente Matri resterà, anche se rischia di rimanere anche Borriello, forse per volere di Conte o per qualche accordo preso con la roma. Ma a me sembra che abbiamo messo in difficoltà il bologna quando spingevamo sulle fasce e l’ala duettava con il terzino! Quasi sempre inefficaci per vie centrali!

  13. io non sono d’accordo ,uno da confermare è Matri anche perchè fino ad oggi i gol fatti lo confermano.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi