Atalanta - Juventus 2-5: Le pagelle | JMania

Atalanta – Juventus 2-5: Le pagelle

Buffon: 6 – Parzialmente inoperoso, dato che l’Atalanta in pratica tira nello specchio della porta per due volte…e fa due goal; bene su Tiribocchi e Guarente da fuori area. Specialmente sul primo goal, non è il Buffon spaventoso visto ultimamente, ma noi juventini (ed italiani in genere) siamo abituati male. Chiellini: 7 – Il solito …

pagelleBuffon: 6 – Parzialmente inoperoso, dato che l’Atalanta in pratica tira nello specchio della porta per due volte…e fa due goal; bene su Tiribocchi e Guarente da fuori area. Specialmente sul primo goal, non è il Buffon spaventoso visto ultimamente, ma noi juventini (ed italiani in genere) siamo abituati male.

Chiellini: 7 – Il solito baluardo difensivo. Giorgione inizia a mettere anche la qualità nelle sue prestazioni, oltre a tanta sostanza: ottime diagonali offensive, meno rinvìi alla viva il parroco, cerca di più gli appoggi per i centrocampisti per far ripartire l’azione; perfettamente in sintonia con il compagno di reparto Cannavaro. Annulla di fatto Tiribocchi.

Cannavaro: 6,5 – Partita buona per il capitano della Nazionale: soffre un po’ Doni, ma nel complesso prestazione più che sufficiente.

Grosso: 5 – Ceravolo lo salta spesso e volentieri, non imbecca una diagonale che sia una, fisicamente pare veramente a terra. Da notare solo il cross per il vantaggio bianconero di Camoranesi. Ma Ferrara, nonostante le prestazioni del terzino ex Lione siano in declino da più di un match a questa parte, non puo’ prescindere da lui, dato che non ci sono alternative (oppure, si chiamano Molinaro).

Càceres: 6 – Valdez lo meleggia più di una volta sulla fascia nel primo tempo e questo ne segna la prestazione, altrimenti ben oltre la sifficienza. Sempre propositivo, dimostra anche buone capacità di inserimento ed è sempre libero per l’appoggio dei compagni. Molto meglio nel secondo tempo: che Ferrara abbia finalmente trovato un terzino destro?

Poulsen: 7 – Preciso, tatticamente perfetto e padrone del centrocampo. Tampona alla perfezione le folate offensive di Melo, dando stabilità e compattezza in retroguardia. Come interditore, nessuno meglio di lui al momento: mai avrei pensato di poterlo scrivere, ma mi auguro proprio che a gennaio non se ne vada: nel 4-2-3-1 ci pare nato.

Felipe Melo: 6,5 – qualche palla la perde ancora, ma nonostante giochi da due anni a questa parte ininterrottamente, stavolta riesce pure a limitare i danni recuperandola. Ottimo a centrocampo, finalmente si decide a calciare in porta (dovrebbe farlo molto più soesso, dati i piedi che si ritrova) e guardacaso esce un eurogoal dei suoi, proprio come contro la Roma. La Juve non ha un tiratore “da fuori”, chi meglio di lui? Ferrara ci deve lavorare…

Giovinco5,5 – viene da un infortunio per lo meno dubbio (nel senso che a mio parere è stato mandato in tribuna per scelta tecnica), ma non è la sua serata: sbaglia spesso, compresi stop ed appoggi a iosa (e non è da lui), anche se è spesso protagonista in avanti. Da Seba mi aspetto sempre molto di più, non era il suo campo ieri sera nonostante la grinta ce l’abbia messa, come sempre. Si rifarà, a patto che Ferrara lo faccia giocare.

De Ceglie: ? – Gioca per 25 minuti, ma io non l’ho visto mai in partita. La Juve, con lui in campo (o meglio: senza Giovinco sulla fascia) è un altra squadra, decisamente meno propositiva.

Camoranesi: 8,5 – Se mai puo’ esistere la prestazione perfetta, quella di questa sera da parte dell’oriundo bianconero ci si avvicina, e di molto. Oltre a segnare due goal, Camoranesi ribadisce ancora una volta che in fatto di tecnica individuale ed intelligenza tattica non è secondo a nessuno in questo Pianeta. Rivedere i movimenti che lo hanno portato al goal di testa per capire di cosa sto parlando. Spettacolare.

Diego: 6 – l’impegno c’è, come sempre, ma i difensori atalantini lo imbrigliano bene. Stavolta le sue caratteristiche peculiari – il gioco e gli inserimenti tra le linee – non emergono semplicemente perchè non ci sono linee: i nerazzurri difendono in 6 o 7…La cosa buona è che per “curare” lui, gli atalantini lasciano gli spazi necessari agli altri juventini per rendersi perisolosi. Buona intesa con Giovinco, bello il goal di esterno sinistro.

trezeguet_167Trezeguet: 7 – due palle giocabili, due goal. Di cui uno annullato per fuorigioco. David Trezeguet è questo, da anni: sembra che non ci sia, poi esce dalla nebbia e castiga. Raggiunto Omar Sivori nella classifica dei cannonieri di tutti i tempi con 167 reti: tutti muti e giù il cappello.

Immobile: s.v. – gioca pochi minuti il baby bianconero, protagonista assoluto nell’ultimo torneo di Viareggio (due doppiette, in semifinale ed in finale contro la Samp). Ma fa vedere immediatamente di cosa è capace: il futuro è suo.

Ferrara: 5,5 – A mio avviso sbaglia nuovamente il cambio: far entrare De Ceglie per Giovinco ha “fermato” la Juve e rinvigorito le velleità atalantine, spente – per fortuna – dal goal di Diego. Lo spettro della rimonta subìta con il Napoli ha aleggiato per un quarto d’ora sopra allo stadio di Bergamo: a mio avviso andava sostituito Grosso, che da mezz’ora concedeva praterie agli esterni atalantini (vedi il goal di Ceravolo per il 2-3), piazzando De Ceglie più basso. Da rivedere, ancora una volta.

Fracassi Enrico – Juvemania.it

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi