Asini-Juventus: ricominciate da tre

Asini-Juventus: ricominciate da tre

Asini-Juventus: ricominciate da tre

Solita storia, solita Italia, solito Napoli. Signori quando si vince, bambini dell’asilo quando si perde. Bambini di quelli che portano il pallone e quando perdono interrompono tutto e si portano il pallone a casa. Già scordato facilmente quante ne ha subite la Juventus a Napoli negli ultimi 14 anni. Dal gol in fuorigioco di Callejion …

Solita storia, solita Italia, solito Napoli. Signori quando si vince, bambini dell’asilo quando si perde. Bambini di quelli che portano il pallone e quando perdono interrompono tutto e si portano il pallone a casa. Già scordato facilmente quante ne ha subite la Juventus a Napoli negli ultimi 14 anni. Dal gol in fuorigioco di Callejion del 2-0 l’anno scorso ai 2 rigori entrambi inventati nel 2007. Lì De Laurentis non twittava a lamento, lì usciva con le frasi accomodanti che ”bisogna aiutare gli arbitri”. Lo sportivissimo De Laurentis che ha disertato ( lui e i suoi dirigenti) la riunione per l’ordine pubblico in prefettura e il Prefetto sicuramente napolista anche lui invece di vietare lo stadio ai tifosi del Napoli lo ha vietato a Noi. Unico caso al mondo dove per ordine pubblico, per paura che i napolisti combinino qualcosa agli juventini vengono lasciati a casa i secondi. E’ come se fosse che uno commette un omicidio e arrestano il morto.

Gli sportivissimi napolisti nonostante questa vera schifezza inguardabile e averci fatto subire questa incredibile ingiustizia di non avere i nostri tifosi quando loro ogni anno vengono allo Juventus Stadium a demolirlo impunemente e chiaramente notizia non ripresa né stigmatizzata da nessun organo di stampa, non contenti di avere uno stadio tutto per loro e di averci messo in condizioni di avere tutto contro, fischiati dall’inizio alla fine fino dal nostro ingresso in campo, cosa ti combinano? Ti celebrano allo stadio la morte del compianto (da tutti) Pino Daniele, celebrazione giusta e ineccepibile se non fosse strumentale, che Pino era sì artista napoletano e legato a Napoli ma non era sicuramente un settario, tutt’altro era aperto mentalmente a tutti e persona di grande equilibrio. Pino che aveva e ha fra i moltissimi fans tanti Juventini come me che andavano ai suoi concerti e compravano i suoi dischi. Juventini che avrebbero voluto celebrarlo anche loro giustamente e degnamente e a cui non è stato concesso. Pino che aveva fra i suoi amici fraterni Eros Ramazzotti notissimo Juventino. I ciucci ne fanno un simbolo tutto loro e solo loro, trasformando una bellissima canzone ”Napule è” in un inno per il Napoli Calcio per volere dello stesso fratello di Pino (Nello) che probabilmente non ha capito per niente il senso della canzone. ”Napule è” è stata scritta per Napoli e per tutti i napoletani non solo per i napolisti e a Napoli ci sono anche chi non tifa Napoli calcio, ci sono anche i milanisti, gli interisti e che gli piaccia o no gli Juventini. A Napoli c’è anche tanti a cui sta sul caxxo il Napoli calcio, ma questi sono troppo razzisti per capire queste sottigliezze. Anzi diciamola tutta, nella canzone non c’è mezzo riferimento che sia mezzo alla squadra del Napoli calcio.

Così in questo clima di festa ”apparecchiata” noi dovremmo essere la vittima sacrificale. C’è pure la pioggia, piove a dirotto. Ma stavolta al Napoli gli va bene, non sappiamo per quale congettura ma tant’è e allora non la rinviano per alluvione; si gioca. Questi fanno di queste cose poi quando a Torino gli fanno un buuuuu o un coro contro, piangono da mamma Figc. Un po’ come ha pianto De Laurentis per il gol di Caceres forse in fuorigioco di 10 centimetri, gol che non è neppure decisivo ai fini del risultato visto che Vidal ne ha fatto un altro. Gol che ha scatenato immediatamente la caccia alle streghe da parte di Sky, Rai e Mediaset Premium. In Rai tutto lo studio ultrà romanista stava in lutto a Mediaset hanno fatto uno moviola da scorretti e incompetenti, scorretti perché hanno caricato gli assi tutti in assenza dei giocatori e dirigenti della Juventus, salvo poi tacere con Allegri, Buffon e Marotta, incompetenti perché davvero pensare che Pistocchi e Cesari lo siano è da orbi e oltretutto la posizione di Maggio non l’hanno valutata. Incompetenti e in malafede perché nel pomeriggio Totti segna il gol del 1-2 nel derby in posizione assai dubbia o in fuorigioco di un inezia come Caceres, eppure non se ne parla, si minimizza, anzi sembra che neppure il derby di Roma si sia giocato. La notizia del pomeriggio è che Totti s’è fatto un selfie. Giornalismo becero di quart’ordine italiano.

Dopo l’incazzatura di Buffon, Allegri e finalmente Marotta a mezzanotte e venti circa esce un replay da parte di Sky che dice che forse Maggio tiene in gioco Caceres. A mezzanotte passata quando i giornali sono già in stampa. Infatti oggi è uno stillicidio. De Laurentis chiede esplicitamente di fermare Tagliavento. Eppure per tutti i favori arbitrali che ha avuto la Roma fra Sassuolo, Atalanta, Genoa, Udinese e ieri non mi risulta sia stato fermato nessun arbitro, così come non mi risulta sia stato fermato l’arbitro di Juventus – Inter che non ha espulso Juan Jesus e dato rigore alla Juve sull’1-0 per la Juve, così come non mi risulta che nessun giocatore o dirigente della Juve abbia fatto piangina per quella partita. E non mi risulta che De Laurentis abbia mai chiesto di fermare un arbitro quando i favori li ha ricevuti lui. Nemmeno quando ebbe due rigori entrambi inventati a favore. Lì fa il signore. Troppo comodo. Troppo facile. Ci pensassero i tifosi della Juve quando vanno a vedere al cinema i film prodotti da questo signore a chi stanno portando il loro denaro.

Dulcis in fundo gli abominevoli 6 minuti di recupero. Ricordo che la media del recupero quando la Juve ne ha bisogno è di 3 minuti anche quando sono state fatte 6 sostituzioni. Seguo il calcio da 40 anni e non ho mai visto dico mai 6 minuti di recupero per la Juve quando potrebbero servire alla Juve, così come non ho visto ieri queste grandi perdite di tempo. Ebbene dopo essersi visto assegnato un mezzo tempo supplementare e aver preso il gol del 1-3 proprio poco dopo che un impalpabile (per una volta) Higuain s’è mangiato il gol del 2-2, hanno pure il coraggio di lamentarsi?

Concludo ricordando che Nedved, Marotta e Paratici le sole tre persone Juventine che hanno potuto seguire la Juventus in uno stadio tutto loro per loro stesso sportivissimo volere, sono state costrette ad abbandonare la tribuna sull’ 1-2, prese a insulti e sottoposte a lancio di oggetti. La tribuna Vip! Alla faccia del bicarbonato di sodio che Vip stanno a Napoli. Lo sportivissimo e civilissimo pubblico del Napoli. Tre contro 60 mila. Leoni. Veramente una cosa che fa onore a tutti i napolisti. Complimenti. Complimenti vivissimi. Spero che loro tre, tutti e tre o almeno uno dei tre, uscendo si sia ricordato di canticchiarvi ”o’sordato nammurato”.

15 commenti

  1. Achille Conforti

    Per dovere di cronaca il cross era stato effettuato da Morata.

  2. grazie a tutti per la stima e l’affetto vi leggo sempre tutti. mi sono dimenticato di scrivere, ma davvero altrimenti facevo un poema, delle dichiarazioni post partita di benitez e maggio. surreali. questi addirittura hanno da ridire sul gol annullato per fallo su buffon. ridicoli. sono veramente peggio dei bambini dell’asilo. HO VISTO INVECE PER UNA VOLTA GRANDISSIMI ALLEGRI BUFFON E SOPRATTUTTO BONUCCI NEL POST PARTITA. ANCHE MAROTTA IN VERITà SOLO CHE MAROTTAANCHE QUANDO HA DARIDIRE HA LA GRINTA DI UN BRADIPO CACCHIO.

    • Hai perfettamente ragione! Quando scrivo un commento, tanto è l’ardore di tappare la bocca agli antijuventini, che mi perdo i pezzi strada facendo. Alla Juventus manca un comunicatore forte, alla Roberto Bettega vecchio stile, che le sappia dire a tutti. Nella conferenza stampa del dopo-partita mi è piaciuto molto mr. Allegri, che ha messo a tacere il giornalista fazioso. Per il resto posso solo dire che la mediocrità, anche tra gli addetti ai lavori, regna sovrana. Fino a quando i vertici federali non garantiranno piena autonomia di gestione dai clubs, e con cotanta cialtroneria mediatica degli addetti ai lavori, non si uscirà mai dal tunnel.

  3. Sulla partita di ieri sera ci sarebbe molto da dire, ma la prima frase che mi viene in mente è il vecchio detto che recita così: “chi è causa del suo mal pianga se stesso”. Ho l’età per ricordare la differenza tra il Napoli attuale e quello degli anni 80, vincitore quest’ultimo di ben due scudetti, due coppe Uefa e di altri importanti trofei. All’epoca fece scalpore l’acquisto miliardario di Diega Armando Maradona che, alla lunga, si rivelò l’acquisto più importante di tutta la storia del calcio Napoli, insieme a quello di Giuseppe Savoldi e Ruud Krol. Credo, senza ombra di smentita, che la differenza sostanziale con la società attuale sia proprio questa. E’ storia recente le cessioni importanti di Lavezzi e Cavani, segno altrettanto inconfutabile che i campioni hanno voglia di cambiare, quando subodorano che le rispettive società di appartenenza non hanno voglia di investire nel calcio che conta, in assenza di un progetto vincente. Riguardo alla partita di ieri sera, stiamo ad accapigliarci per dei centimetri quando in passato al Fuorigrotta, in una sola partita l’arbitro di turno, il sig. Bergonzi, si inventò due rigori a favore dei partenopei, o il gol di Callejiòn dello scorso campionato in palese posizione di fuorigioco. Il sig. De Laurentiis dovrebbe twittare le sue scuse personali e della società, per aver allestito una rosa ben inferiore agli standards di alcune sue rivali; non è un caso che il Napoli, negli ultimi 6 anni, ha raggiunto il traguardo più prestigioso nel campionato 2012-2013, arrivando seconda con 9 punti di distacco dalla Juventus; nella classifica capo-cannonieri la vittoria andò a Edinson Cavani, con 29 reti realizzate su 34 partite. Sempre per la partita di ieri sera il commento del sig. Arrigo Sacchi, dagli studi di Premium Calcio, è stato laconico, non lasciando spazio ad alcun equivoco: “Napoli, con i mercenari non si vincono le guerre”.

  4. ѕσυтн-ραяк

    Quoto TUTTO, Alessandro. Bravo.

    La mia, sempre per quel che può valere. 😉

    E anche ieri l’inviato in giallo si è dato da fare ma non è bastato, per fortuna. Eppure si lamentano. Eppure piangono. Eppure denunziano. Eppure distorcono la realtà. Eppure non si danno pace. Eppure gli altri non contano. Eppure!!

    Torniamo a noi. Come già scritto, nessuno regala nulla e se i ragazzi faranno quello che sanno fare (pur con qualche sofferenza) non ci sarà inviato che tenga. Stop, ora sotto con la DIFFICILISSIMA e doppia sfida con i Veneti. Il resto è fuffa.

    ps: ho ascoltato un OTTIMO Massimiliano Allegri in conferenza post lagna. 10 e Lode. Ho ascoltato un OTTIMO Leonardo Bonucci rispondere a DOVERE ai soliti reggimicrofono. 110 e Lode.

    Saluti.

  5. Caro Magno, hai già detto tutto tu egregiamente e sei stato anche troppo signore. Aggiungerei solo un grande GRAZIE ai nostri ragazzi per l’emozione che ci hanno fatto vivere. Non si può descrivere cosa sia stato il silenzio assordante dopo il gol di Pogba e dopo il gol di Vidal che, benché in contropiede, non è stato poi così semplice. Solo questo conta, il resto sono solo cattiverie gratuite. Probabilmente rischierò anche la scomunica, ma ieri ho pensato che come Napoli è una carta sporca e nessuno se ne importa, forse il grande Pino era tifoso della juve e nessuno lo sapeva!!!

    • Scusatemi, ma vorrei aggiungere quanto segue.
      Relativamente ai commenti del buon Benitez e del caro De Laurentis (non ha avuto nemmeno il coraggio di parlare di persona) ritengo che siano solo parole dette da persone che vogliono nascondere i propri errori.
      De Laurentis non spende un euro, compra tutte mezze cartucce, pretende che l’unico vero calciatore che ha faccia tutto da solo (ma Higuain non è Maradona) e poi lo vuole dagli arbitri.
      Ma ieri qualcuno ha visto Gargano, Hamsik ha fatto qualcosa degno di nota, Callejon ha giocato, De Guzman è sceso in campo, Higuain non ha toccato solo un paio di palloni? Se non era per Caceres non riuscivano a buttare dentro nemmeno il pallone perso da Buffon con fallo sacrosanto sul portiere. Perciò Benitez pensi ai suoi di errori e non guardi solo quelli degli altri.

  6. doverosa e ineccepibile disamina.
    certe cose si devono dire e non solo nei canali filo-juventini.
    Marotta e company devono cominciare a parlarne in TV, con signorilità, ma con una leggera polemicuccia.

    sportivamente e calcisticamente parlando abbiamo VINTO 3-1. Stop.

    pensiamo alla prossima….

  7. Nel secondo tempo c’e un mani su cross di Marchisio. regolarmente assente…. il replay

  8. Non ho visto la partita però i gol sono stupendi e vincere a Napoli è una grandissima risposta della squadra alle critiche che anche io avevo postato ultimamente ,
    Sul possibile fuorigioco hai già detto tutto se poi vogliamo essere fiscali al millimetro allora ridateci i punti che ci sono stati tolti nelle ultime 2 partite e togliamo quelli regali alla Roma dal Sassuolo in avanti.

    Le prossime 2 gare sono facile in casa e la Roma và a Palermo e Firenze , ottime opportunità di allungo ……….quindi forza Juve e speriamo di essere tornati in carreggiata.

    saluti

  9. Cuorebianconero

    Quanto riassunto da Magno non fa minimamente una piega.
    Io però continuo a ribattere sull’atteggiamento della nostra Società Juventus F.C. Ogni domenica si assiste ad uno schifo da parte di quei tifosi avversari che ormai si sentono liberi di accusare, sputare e lanciare qualsiasi cosa contro i ns. dirigenti e tifosi, ma non succede nulla da parte degli organi competenti, pertanto la Società Juventus non dovrebbe permettere a nessun tifoso avversario di mettere piede all’interno dello J. Stadium.
    La farsa architettata dai napoletani x evitare tifosi juventini allo stadio è stata grottesca e la lega ha permesso il tutto senza battere ciglio, quindi la Juve che fa? tace. Fortunatamente in campo gli abbiamo dimostrato chi è il più forte ma contro il binomio riomma-lega purtroppo sarà dura sino alla fine e speriamo di vincere il 4° scudetto consecutivo il quale varrebbe certamente di più dei 3 appena vinti messi assieme poichè quelli già vinti sono stati stravinti solo sul campo mentre questo sarebbe stravinto sul campo e contro i poteri antijuventini.
    ieri alla riomma hanno regalato un altro punto e fanno 7 nelle ultime 4 partite, mica male no?

  10. Magno,sempre “troppo buono e Signore”. Paratici-Marotta-Nedved, 3 valgono 60 mila, sicuramente in “signorilità”. Ieri, campionato spagnolo, Barcellona-Atletico, Messi sul secondo gol si porta avanti la palla col braccio, gesto tanto evidente e plateale, quanto la svista dell’arbitro. Nessuno ha gridato allo scandalo, si sono permessi di sussurrarlo appena. Detto questo, lo sappiamo da sempre, in Italia si tifa JUVENTUS, 10/12 milioni PRO JUVE, o contro la JUVE, tutto il resto dei tifosi, il campionato è JUVE-resto d’Italia. Avevano dipinto la partita di ieri sera come una “formalità” per il Napoli, dopo il “partitone” di supercoppa!, ma la Juve ha fatto capire di avere i “gioielli d’acciaio”, forse nota veramente positiva, per ora. Infine una annotazione che conferma la ” regola”. Io seguo SKY, finora su 4 interviste a Benitez, una sola replica dell’intervista di Allegri, alla faccia della parcondicio, infine “celebrazioni universali” per i 2 gol di Totti, nessun accenno ai 2 punti persi in casa, con la Lazio sulla quale la Juve ha tranquillamente passeggiato, hanno celebrato il pari come una “vittoria” storica e siamo appena a metà campionato!

  11. Bene la Juve a farsi sentire finalmente ma credo sia necessario, a questo punto, introdurre una norma che preveda la penalizzazione in classifica per i tesserati che rilasciano dichiarazioni lesive nei confronti di altri tesserati e delle istituzioni sportive. Inconcepibile che la Juve non si lamenti e gli altri puntualmente lo fanno x cm. Nell’ultimo turno la Roma ha guadagnato 4 punti(almeno) giocando su due campi contemporaneamente senza nessuno scandalo. A proposito dei media i giornali non ci pagano quindi possiamo anche a non rispondere a loro, quanto alle televisioni si potrebbe invece rispondere provocatoriamente sempre a tutte le domande ricordando i propri torti e i favori degli altri!!!!!magari riusciamo nell’intento di finirla con le leggende anche perchè non possiamo dimenticare che il processo del 2006 è nato dalle leggende e dalle chiacchiere da bar, e sappiamo bene tutti com’è finita.

  12. Concordo!
    sul recupero ci poteva stare, anche se 6 sono sempre tanti. Lo dico perchè c’è stato l’infortunio di Chiellini con perdita di tempo per la fasciatura.
    Comunque ho seguito la partita su Sky e in diretta nessuno dei cronisti ha parlato del gol in fuorigioco di Caceres. Quindi significa che NESSUNO (come ha anche ammesso Benitez) dal campo si era accorto, ma lo hanno visto alla moviola. Questo significa che era complicato da vedere. Solo che se succede pro-juve apriti cielo, se succede pro-antijuventini allora “può capitare, bisogna aiutare gli arbitri”.
    Stanno infiammando gli animi, tutti, benitez compreso. Senza motivo per di più. Gli arbitri sono alibi per i perdenti mi viene da ricordare, Infatti ieri pure rafa non ha commentato la partita della sua squadra. Sia chiaro, per come si era messa la si poteva vincere o perdere come a Doha, non si capisce perchè ci si ferma sull’1-0. Però un allenatore che arriva a piangere alle telecamere senza fare il mea culpa fa capire a che livello si abbassano…

    Dulcis in fundo non ci sarà alcuna squalifica, alcun richiamo, alcun deferimento. E purtroppo nemmeno la juventus prenderà a querelare chiunque butta fango sulle sue vittorie. Stanno apparecchiando lo scudetto per la Roma e semmai riuscissimo a vincerlo sarà per i furti…sempre secondo la stampa. Dispiace che Agnelli se ne stia in silenzio in tutto questo, giustificando il tono e l’odio che tutti gli altri sparano sulla juve. Mi dispiace, ma il giorno che ci scappa il morto, oltre ad essere colpa di Pistocchi, Cesari, Totti, Garcia, De Lamentis, Benitez, D’Amico, Boban, Vialli, di tutti i presidenti antijuve, sarà colpa pure di Nedved, Agnelli e Marotta. Mi dispiace anche per Pavel che sembra l’unico che si batta, ma se nemmeno il presidente interviene significa lasciare fare…e questo non è lo stile juve, subire in silenzio. No. Sarebbe rispondere con signorilità alle accuse, ma RISPONDERE.

    Come mai nessuno ha dato peso alle parole di Pozzo del turno scorso? Come mai non si prende la classifica senza gli errori arbitrali e la si faxa ai giornali e sedi tv? Perchè la FIGC permette questo tipo di uscite che avvelenano il calcio? Ieri ad un certo punto ho spento la tv…questo non è giornalismo, e soprattutto ho spento perchè benitez mi ha fatto pena onestamente…da vittoria-rilancia-scudetto a sconfitta-rimarremo-terzi-se-ci-va-bene. A questo punto spero nelle fortune di inter, milan, sampdoria, sassuolo, lazio. spero che passino tutti. Ps le domande precedenti sono retoriche…si sa il motivo qual è

    • Ha ragione! Rispondere, rispondere anche per vie legali! Non si può più essere vittime sacrificali!
      Anche noi tifosi, che paghiamo abbonamenti tv ed altro, abbiamo il diritto di essere difesi!
      Si sta apprestando il solito meschino atteggiamento ostile verso tutto l’ambiente della Juve, che, prima o dopo, influenzerà anche l’atteggiamento degli arbitri durante l’arbitraggio delle partite in cui sara’ coinvolta la ns.squadra.
      Già una volta la direzione è rimasta assolutamente passiva di fronte ad accuse che si sono rivelate falsamente inventate!
      Il calcio, di questo passo, ed anche la Juventus perderà molti dei suoi tifosi; ed, in effetti, gli stadi sono sempre più vuoti.
      Anche l’ approccio televisivo verso il pianeta calcio sta diminuendo.
      Dirigenza juventina non puoi rispondere con le sole “modeste” parole di Marotta ad emittenti televisive, fortemente anti juventino.
      Propongo che noi tutti juventini, se la dirigenza non farà passi decisi contro questo andazzo, incominciamo a boicottare palesemente tutti i media, televisivi e giornalistici, che stanno sputtanando la Juve.
      Io ho già iniziato: ho disdetto la mia tessera Mediaset Premium!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi