Argentina-Uruguay 1-0: Maradona resprira, Caceres espulso | JMania

Argentina-Uruguay 1-0: Maradona resprira, Caceres espulso

Uno a zero all’Uruguay e l’ Argentina è in Sudafrica, dopo aver acciuffato il quarto biglietto diretto del Sudamerica per i Mondiali. La ’Seleccion’ di Diego Armando Maradona ha ancora una volta deluso sul piano del gioco, ma a sorprendere tutti è stato a fine partita lo stesso allenatore, che in una conferenza stampa in …

maradonaUno a zero all’Uruguay e l’ Argentina è in Sudafrica, dopo aver acciuffato il quarto biglietto diretto del Sudamerica per i Mondiali. La ’Seleccion’ di Diego Armando Maradona ha ancora una volta deluso sul piano del gioco, ma a sorprendere tutti è stato a fine partita lo stesso allenatore, che in una conferenza stampa in cui è apparso fuori controllo, ha insultato i cronisti, senza risparmiarsi alcune volgarità.
L’unica rete della partita è stata segnata da uno dei giocatori più sconosciuti tra le star argentine, Mario Bolatti, centrocampista difensivo dell’Huracan ed ’eroè della serata. Bolatti è entrato al 34’ del secondo tempo al posto di Gonzalo Hinguain e, cinque minuti più tardi, dopo un insidioso tiro di Juan Sebastian Veron, ha segnato la rete che traghetta l’Argentina fino al Sudafrica.


Dopo la sconfitta di oggi in casa, l’Uruguay giocherà le due partite di spareggio (in programma a novembre) per poter andare in Sudafrica contro il Costa Rica. Nella Nazionale di Maradona ancora una volta ha deluso Leo Messi, mentre Veron si è imposto a centrocampo, dettando i ritmi della sua squadra, che pur non giocando bene è riuscita a neutralizzare gli uruguaiani.
Nei primi 45’ l’Argentina ha avuto un avvio difficile dopo tre azioni da gol dell’Uruguay. Ma dopo i primi 20 minuti, la difesa argentina si è rafforzata mentre a centrocampo cresceva Veron. Bene anche Angel Di Maria sulla fascia sinistra e Higuain. Il primo tempo si è comunque chiuso con un tiro in porta pericoloso di Diego Forlan. La squadra allenata da Oscar Tabarez è ripartita bene anche nel secondo tempo. Ma dopo i primi 20 minuti l’Argentina è riuscita a bloccare i rivali a centrocampo, grazie a Martin Demichelis e a Gabriel Heinze, mentre Veron ha continuato a tenere le redini dei suoi.
Gli uruguaiani hanno finito la partita in dieci per l’espulsione di Caceres al 37’ del secondo tempo. Tabarez si aspettava di più, in particolare, dal giovane Luis Suarez, mentre Forlan ha giocato meglio, mettendo più volte in difficoltà con tiri da fuori area il portiere argentino Sergio Romero.
La serata si è conclusa con uno sgradevole fuori programma di Maradona durante una conferenza stampa. Riaccendendo le ormai lunghe polemiche con i cronisti di Buenos Aires, da tempo critici nei suoi confronti, Maradona si è rivolto ai giornalisti presenti in sala con un pesante insulto a sfondo sessuale: dopo la vittoria di oggi, « potete anche continuare a succhiar…» ha detto, chiedendo comunque «scusa alle signore». «Mi avete trattato come mondezza, senza alcun rispetto, non ho nessuna voglia di condividere questa gioia con voi», ha proseguito il ct davanti agli allibiti giornalisti.

Credits: La Stampa
Fracassi Enrico – Juvemania.it

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi