Arbitri in giornata nera ma lo scandalo è solo a Catania | JMania

Arbitri in giornata nera ma lo scandalo è solo a Catania

Arbitri in giornata nera ma lo scandalo è solo a Catania

(Di Alessandro Magno) Faccio davvero difficoltà a trovare l’entusiasmo e le parole giuste per scrivere. Questo non perché non ritenga che ieri a Catania l’arbitro sia esente da qualche pasticcio. Sono abbastanza onesto per dire con molta chiarezza che il gol del Catania era buono e per dire che quello della Juventus è viziato da …

(Di Alessandro Magno) Faccio davvero difficoltà a trovare l’entusiasmo e le parole giuste per scrivere. Questo non perché non ritenga che ieri a Catania l’arbitro sia esente da qualche pasticcio. Sono abbastanza onesto per dire con molta chiarezza che il gol del Catania era buono e per dire che quello della Juventus è viziato da un leggero fuorigioco di Bendtner (una gamba). Tuttavia francamente quando capita qualcosa a favore della Juve (e a Catania ci sono anche degli episodi a sfavore su cui scriverò più avanti) al solito si scatenano i giornali, le televisioni, gli opinionisti i presidenti. Tutto questo non mi diverte più e lo scrivo da tempo. Ho amici che godono di queste cose, io francamente non ci riesco, il tutto mi lascia solo una grande amarezza. Un grande senso di ingiustizia. Il mio pensiero lo conoscete e lo rimarco qui per chi invece mi leggesse per la prima volta: ”Andiamocene in un campionato estero e lasciamo il calcio italiano ai suoi mali”.

Cosa spinge vari commentatori Mediaset ad esempio a dire la sera prima che il fuorigioco di Abate sul gol che poi permetterà al Milan di vincere contro il Genoa, è impercettibile mentre quello di Bendtner nel gol della Juve è evidentissimo? Cosa spinge i commentatori Sky a dire che la manata che rifila Spolli a Pogba in area è involontaria, quando il movimento del braccio è francamente innaturale? E i commentatori Rai a giustificare un paio di settimane fa l’episodio con cui il Napoli si conquista rigore e vittoria contro la Sampdoria? E il presidente del Catania Pulvirenti a dire che il gol lo annulla la panchina della Juve perché la panchina della Juve protesta? Ma perché qualcuno s’è mai lamentato di quanto protesta Galliani o dello show che fa ogni santa Domenica Mazzarri? Ma che adesso solo a noi è inibito di protestare? E Pulvirenti perché questo casino non lo ha fatto Domenica scorsa contro l’Inter quando gli hanno negato un rigore solare? E Preziosi perché non si sente oggi dopo Milan-Genoa, che si sente solo defraudato del risultato quando gioca contro la Juve?

Io francamente ne ho le scatole piene, ieri oltre agli episodi già citati del gol del Milan e del rigore ed espulsione mancanti su Pogba, c’è un rigore evidentissimo negato al Chievo a Napoli e un rigore inventato e regalato all’Udinese a Roma oltre che un evidente rigore di Legrottaglie su Chiellini. Tutti episodi assolutamente determinati ai fini del risultato. Tutti episodi decisivi. Ma lo scandalo è solo “a Catania”.

Se tutti, ma tutti facessero un passo indietro, giornalisti-giornalai, televisioni ed opinionisti, presidenti e allenatori, forse questo calcio sarebbe recuperabile. Abbiamo messo 5 arbitri per capire che sbagliano lo stesso come ne sbagliavano 3. Possiamo metterne pure dieci di arbitri o anche la moviola in campo, finché mancherà l’onestà per giudicare gli episodi, l’onestà per scrivere la verità o si cercherà di scrivere titoli che vendono bene, questo calcio non si recupererà più. Agnelli dice che vuol riformare questo calcio. Io personalmente non ci credo più e preferirei abbandonarlo, ma se lui ci crede e ci tiene ancora, avanzasse delle proposte concrete in tal senso. Si iniziasse col dire che nessuno, ma proprio nessuno, deve contestare le decisioni arbitrali e chi lo fa viene espulso e vale per tutti giocatori della Juve e non. Applichiamo anche questa regola ai presidenti e agli allenatori. Proponesse che i giornali o le tv che omettono di far vedere episodi poi debbano obbligatoriamente rettificare e far vedere il tutto. Magari usiamo le stesse misure per i titoli, non come fatto per scommessopoli dove i titoli su Conte sono a 7 colonne e per Cannavaro e Grava sono minuscoli e magari di spalla. Si cominciasse ad avere in tutti i salotti dove si commentano le partite, opinionisti che provengano da squadre diverse magari con qualche Juventino in più e non come capita molto spesso a Mediaset o in Rai con una ”squadra” di antijuventini fissa. Ma si può commentare Catania-Juventus con Paparesta, Pistocchi, Ferri e Galli che il più Juventino risulta esser Galli che ha giocato tutta la vita in Fiorentina, Milan, Napoli e Torino? E pensate un poco gli altri allora!

Io non credo che questo calcio sia ancora salvabile ma se Agnelli ancora ci crede bisogna iniziare a riformarlo veramente prima che qualcuno si faccia male.

18 commenti

  1. Abbate Stefano

    Ma che “bel” video chiarificatore. Bah! ..sempre più allibito..

  2. voglio ricordare anch’io qualche episodio anche se penso che non per serva. Quando Spaccarotella sparò a Gabriele Sandri lo fece per fermarlo in arresto perché lui insieme ad altri pseudo ultras stava assaltando un pullman di tifosi juventini che stavano andando a vedere vedere la partita in casa. Ma chissà perché questo non lo ricorda mai nessuno. Io sono un ragazzo del sud e abito in calabria. Andammo a vedere napoli juve tempo fa mi sembra quattro o cinque anni fa e i poliziotti se così si può chiamarli si scansavano per farci attaccare dai napoletani con lanci di oggetti( lacrimogeni bombe carta bottiglie piene di piscio bombette suzzolenti) appena fuori dal settore ospiti e con donne e bambini al seguito!!! Noi abbiamo tentato di difenderci mentre gli anziani entravano nella curva e i poliziotti per tutta risposta ci attaccarono con cariche e manganelli!!! Mi sono ripromesso che non sarei mai più andato in trasferta

  3. Non fate più abbonamenti a sky e mediaset, questa è la soluzione!!!
    Senza juventini sono finiti!!!!!!!!!!111

  4. medmar conosco il problema ho un sacco di amici che viaggiano per la juve e ni raccontano di queste cose.
    Non si puo’ andare avanti cosi.

  5. Hai ragione, Alessandro Magno, il pericolo è dietro l’angolo. A me è capitato di assistere a un tentativo di aggressione al casello dell’autostrada da parte di una tifoseria con le bandiere di un colore diverso dal nostro; ogni volta che mi muovo per venire a Torino faccio la mappa dei grill “sicuri”, cioè di quelli in cui non corro il rischio di incontrare i tifosi avversari (ormai tutte le tifoserie cercano grane con noi) pur viaggiando in incognito, con le sciarpe custodite nei cassetti interni dell’auto. E’ ancora un divertimento? Venti anni fa andavo in trasferta ovunque, in gradinata in mezzo ai tifosi ospiti: si parlava tranquillamente con i vicini, non ho mai nascosto per quale squadra tifavo; adesso avrei paura di farlo, ormai sono 4-5 anni che in trasferta vado solo in curva. E sono anni che non vado più al bar a vedere le partite.

  6. Anche perchè la polizia postale potrebbe davvero chiedere alla redazione la tua mail o il tuo indirizzo ip- davvero meglio se eviti. te lo dico da amico. 😉

  7. Alessandro Magno

    Esatto Capitan Sparrow mi riferivo proprio a quello. Oggi è un caso isolato dobbiamo aspettare diventi la norma?
    Alainjane io non ti denuncio tranquillo pero’ il sito è leggibile a tutti e non occorre registrarsi quindi anche a non Juventini e anche alla polizia postale, sarebbe bene non scrivessi queste cose. Pensale , falle ma non le scrivere. 😉

  8. sisi capitan ma io infatti giro col coltello perché ormai è così è così c’è odio a morte e purtroppo bisogna comportarsi di conseguenza. O non mi vorrete mica denunciare vero? 😉

  9. Alessandro Magno

    io mi riferivo al fatto che possa scappare il morto fra la gente comune la misura e’ colma la tensione e’ troppa conosco persone che son state insultate perche’ han un tatoo della juve oppure avevano una sciarpa o un bracccialetto o qualcosa che li identificava come juventini.
    Ripeto . Ormai siam 2 mondi diversi che si respingono e si odiano inutile e pericoloso continuare a stare insieme.

  10. io amo lo sport ed il calcio le merdate non mi interessano…..morti botte e cose del genere…il rispetto se lo prendono i ragazzi in campo asfaltando gli avversari io tifo e godo, si picchia duro in campo nella completa lealtà il resto è solo merda!!!!!

  11. no non ci scapperà il morto perchè allo stato attuale non abbiamo armi purtroppo. Ci manca il supporto non solo mediatico ma anche “manuale”, una tifoseria “organizzata” se capisci cosa intendo… fino a che c’erano i fighters forse… qualcuno ci pensava due volte prima di sparare caxxate ma ora…. da cani sciolti si fa niente e non parlo da nessun piedistallo, conosco persone di un certo tipo di “gruppo” diciamo così, che la pensano allo stesso modo. i media e gli antijuve generalisti si accontentano solo di inzozzare la nostra immagine anche perchè un regalo più grosso di quello avuto nel 2006 è difficile immaginarlo. Si accontentano diciamo così

  12. Alessandro Magno

    gaver ben fatto. Non me li ricordavo neppure tutti.
    Flop non mi stupirei piu di tanto
    Alainjane e’ da anni che mi batto con i sassi contro i bazooka mi son quasi stufato.
    Ormai juventini e antijuventini sono una coppia scoppiata che si detesta in tutto e per tutto meglio ognuno vada per la propria strada.
    Quando mi riferivo a qualcuno che si fa male penso che di questo passo possa scappare qualche morto.
    La situazione mi pare troppo esasperata.

  13. “Io non credo che questo calcio sia ancora salvabile ma se Agnelli ancora ci crede bisogna iniziare a riformarlo veramente prima che qualcuno si faccia male.” Eh…. caro Alessandro ormai il bue è uscito dalla stalla. Noi ci siamo fatti già molto male, anzi ci hanno già fatto molto male. Sei anni fa. No, non è passata una vita, tutt’altro. E’ quella macchia indelebile che ci hanno inflitto sul volto, quella cicatrice e distorsione della storia che non è più recuperabile. Certe volte ci penso e mi chiedo dove saremmo se le cose non fossero andate in quel modo. E mi pento di non averlo compreso prima. Sono stato un beota, ma ho cercato di rifarmi dopo, cercando di portare la verità nelle sedi più disparate. Quello scempio e quella vergogna no, non sarà più recuperabile perchè la giustificazione morale e ideologica del sospetto e dell’accusa che è stata instillata nelle menti delle tifoserie più disparate, fino a prova contraria suffragata dai fatti (leggi sentenze, che purtroppo, vanno accettate giuste o sbagliate che siano) è troppo profonda e per cambiarla non serve andarsene non serve protestare non servono i media. Serve una rivoluzione complessiva un lento lavorio che plasmi il modo di pensare che è fortemente e deviatamente radicato in questo paese. Occorre pazienza e strategia. Ma occorre sopratutto tempo, perchè abbiamo avuto l’opportunità ovvero il potere economico e politico della famiglia Agnelli ma per pigrizia e sciatteria non si è voluto agire, si è preferito glissare, mentre da Milano prendevano prepotentemente le redini della puntura angusta. Tempo tempo. lavoro lavoro. Fino ad allora, se ci sarà un allora, la nostra voce e la nostra obiezione saranno pari a un granello di sabbia, anche se siamo in milioni. Fino ad allora bisogna stare zitti e subire perchè come diceva qualcuno non si può andare col bastone quando gli altri ci hanno un bazooka.

  14. @ Alessando Magno,
    Voglio essere solo un pò malizioso,
    i giornalisti stanno preparando la partita di domenica sera
    allo juventus stadiun (stile juve – napoli)
    il messaggio che mi arriva è : se sbagli pro juve è un casino,
    al contrario è tutto dovuto per i favori (aiuti ma non errori) ricevuti.
    Credo di non essermi allontanato di molto.

  15. 1 giornata
    Palermo-Napoli 0-3: negato rigore netto per il palermo, fallo di maggio su cetto.
    Juventus-parma 2-0: rigore per la juve per fallo del portiere su Lichsteiner, partito però da posizione di fuorigioco; il rigore verrà sbagliato.
    2 giornata
    Bologna- Milan 1-3: rigore 0-1 inesistente per il milan, doveva starci simulazione per pazzini.
    3 giornata
    Napoli-parma 3-1: due gol del napoli in sospetto fuorigioco, quello di hamsik molto evidente
    Roma-bologna 2-3: gol di lamela con un uomo a terra, totti non espulso per evidente fallo violento di reazione su Taider.
    5 giornata
    Napoli-Lazio 3-0: terzo gol in fuorigioco
    6 giornata
    Chievo-Inter 0-2: secondo gol in fuorigioco.
    7 giornata
    Roma-Atalanta 2-0: sul 2-0 negato all’atalanta un gol di Denis per un fuorigioco inesistente (circa 2 metri).
    Milan-Inter 0-1: negati al milan un gol regolare di montolivo, un rigore e l’espulsione per doppio giallo di juan jesus.
    8 giornata
    Inter-Catania 1-0: negato al Catania un netto rigore per fallo di Guarin su Gomez.
    9 giornata
    Catania-Juventus 0-1: sullo 0-0 nel primo tempo trattenuta vistosa in area di Legrottaglie su Chiellini, era rigore. Sullo 0-0 annullato un gol di Bergessio valido per il Catania; il gol della Juve è viziato da un millimetrico fuorigioco di Bendtner. Nel secondo tempo due interventi di Spolli, su Pogba eBendtner, entrambi da rigore; inoltre, nel finale, fallo da ultimo uomo di Legrottaglie su Giovinco non sanzionato.
    Napoli- Chievo 1-0: sull’1-0, a 5 dal termine, negato un rigore al Chievo per fallo di Campagnaro (da espulsione) su pellissier.
    Milan-Genoa 1-0: il gol del milan è viziato da un netto fuorigioco di abate.
    Fiorentina-lazio 2-0: annullato gol regolare a mauri sull’1-0 e negato rigore alla lazio.
    bologna-inter 1-3: primo gol inter viziato da un fallo,il terzo da un furigioco.

  16. Il calcio, quello del campo, dei tifosi, dei giocatori e di alcune societa’ serie e’ facilmente salvabile…..quello che non si puo’ salvare e’ il marcio del calcio italiano….FIGC, Galliani, Moratti e tutti i loro servi mediatici…..dobbiamo eliminare il marcio assolutamente, altrimenti “l’infezione purulenta” contaminera’ anche il resto……forza juve

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi