Aquilani: “Stregato dalla Juve. E Del Neri non è inferiore a Capello” | JMania

Aquilani: “Stregato dalla Juve. E Del Neri non è inferiore a Capello”

La Juventus e i suoi supporters si aspettano molto da lui, e Alberto Aquilani lo sa benissimo. Secondo gli addetti ai lavori, la Vecchia Signora è stata costruita per basarsi più sulla quantità che sulla qualità, ed è proprio l’ex giallorosso a dover dare alla manovra quella fluidità sin qui latitante. “L’impatto? La città non …

La Juventus e i suoi supporters si aspettano molto da lui, e Alberto Aquilani lo sa benissimo. Secondo gli addetti ai lavori, la Vecchia Signora è stata costruita per basarsi più sulla quantità che sulla qualità, ed è proprio l’ex giallorosso a dover dare alla manovra quella fluidità sin qui latitante. “L’impatto? La città non la conoscevo, la Juve è la Juve. Come l’immagini da fuori, uno dei club più importanti al mondo. Alla Juve potevo arrivare due anni fa e ricordo anche che quando Moggi voleva me, De Rossi e D’Agostino aveva visto lungo!”, dichiara l’ex Liverpool in un’intervista esclusiva a ‘Tuttosport’.

DEL NERI COME CAPELLO
“Lo spirito che si respira è quello di rivincita, ed è anche il mio, Delneri l’ho trovato cambiato, più sicuro di sé. Lo ricordo a Roma, ma quell’anno fu maledetto, cambiammo 5 allenatori. Somoglia un po’ a Capello per atteggiamenti sul campo, è duro e pretende massimo impegno e serietà”.

CENTROCAMPO DI LIVELLO
“Il mio ruolo? Non mi considero un regista ma uno con i piedi buoni. I compagni di reparto? Con Melo sono subito entrato in sintonia, non è un cattivo ma uno che ha molto carattere. Un bene averlo vicino, e poi c’è Marchisio che è un giocatore con molto talento e Sissoko, a Liverpool in molti mi parlavano di lui, ha lasciato un ottimo ricordo”.

AMBIENTE SUPER
“Fisicamente stò bene,capisco lo scetticismo intorno a me i numeri parlano chiaro, ma a Liverpool mi hanno curato molto bene e ora sono pronto.
I compagni? Non sono nuovi li conosco da una vita. Sono cresciuto insieme a Pepe, devo pero’ dire che l’ho trovato peggiorato nelle battute. E poi conosco bene Chiellini che è anche amico di famiglia, poi Buffon, Motta, Del Piero… insoma di problemi di ambientamento non si può proprio parlare.”

6 commenti

  1. Se il direttore sportivo fosse ju29doc avremmo uno squadrone
    cmq se il mago merlino ( o volendo sparacagate) a raggione
    ci troveremo con 2 ottimi elemeni speriamo bene.

  2. un 11 cosi è + forte della roma attuale

    Buffon
    ;Motta;Bonucci;Chiellini;Traore;
    Krasic;F.Melo;Aquilani;Lanzafame;
    Iaquinta;Quagliarella

    poi a gennaio ci vorrebberò
    2/3 acquisti
    un terzino dx tra Cassani o Vanderwieil
    Lassana Diarra
    Benzema

  3. Secondo me dipende da Del Neri, se riesce ad dare un’organizzazione di gioco alla squadra possiamo fare qualcosa di buono, i giocatori buoni ci sono, non mi sembrano un branco di pippe…se è riuscito ad arrivare 4° con Samp che aveva solo Cassano e Pazzini….

  4. Eh sì. Da lui, aggiungerei pure Krasic, e dal lavoro di squadra. Fuoriclasse non ne abbiamo.

  5. Maskered
    NON DIPENDE SOLO DA AQUILANI
    ma pure dalla velocità di Krasic
    e pure da F.Melo

    speriamo che a Gennaio
    arrivino 2/3giocatori tipo
    L.Diarra e Benzema

  6. il salto di qualità per il 4 posto dipende solo da lui.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi