Antonio Conte: "Volare bassi per arrivare in alto" | Juvemania

Antonio Conte: “Volare bassi per arrivare in alto”

Antonio Conte: “Volare bassi per arrivare in alto”

La Juventus si gode la testa della classifica in attesa di incontrare sabato sera proprio la squadra con la quale al momento divide il primato: la Lazio. Al momento, sono tutti concordi nel dire che la differenza per la Vecchia Signora l’ha fatta il tecnico Antonio Conte, che ha ridato anima ad una squadra che …

La Juventus si gode la testa della classifica in attesa di incontrare sabato sera proprio la squadra con la quale al momento divide il primato: la Lazio. Al momento, sono tutti concordi nel dire che la differenza per la Vecchia Signora l’ha fatta il tecnico Antonio Conte, che ha ridato anima ad una squadra che nelle ultime due stagioni l’aveva irrimediabilmente persa. Alla base di tutto la cultura del lavoro e del sacrificio: Conte ha messo le cose in chiaro già dal ritiro di Bardonecchia, ma non smette di ribadirlo ai suoi giorno per giorno: “Chi in allenamento non correrà a duemila finirà in panca o in tribuna”, le parole di Conte riportate da ‘Tuttosport’.
Dopo la Lazio, i bianconeri sono attesi da un altro match probante, quello con il Napoli che intanto ha battuto il Manchester City, ma Conte non vuole sentire parlare di cali di tensione: “E’ inutile parlare di Lazio e Napoli insieme,per noi la partita con la P maiuscola è quella con la Lazio, poi penseremo al Napoli. La Lazio ha un ottimo gruppo,che lavora insieme già da qualche anno, l’ho sempre inserita tra le candidate allo scudetto”.
Il diktat rimane sempre quello iniziale: volare bassi per arrivare più in alto possibile: un credo che Conte ha instillato anche nei suoi. Anche in quelli che avevano dimenticato cosa significasse essere alla Juventus: “Mi è piaciuta molto l’intervista a Buffon in cui dice di volare bassi, per me è importante che i giocatori restino concentrati e non si montino la testa. Il gruppo? E’ solido, chi non gioca aiuta chi gioca: c’è stata una presa di coscienza collettiva e dobbiamo continuare così. I complimenti di Sacchi? Ne sono orgoglioso,vorrei percorrere la sua strada”, ha concluso il tecnico bianconero.

3 commenti

  1. cavallo pazzo poi se conte porta in alto + quella cosa che si vince a fine campionato a torino non ci salire sul carro ok

  2. [email protected]

    ha detto bene cavallopazzo inutile scaldarsi tanto lui fa come vuole perche appunto sa cosa vuole e di calcio ne capisce….

  3. si, come il padulo!!!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi