Ammazzare uno Juventino non è reato | JMania

Ammazzare uno Juventino non è reato

Ammazzare uno Juventino non è reato

La partita a Bologna è stata fra le più noiose e brutte che ha giocato la Juve quest’anno, ma quello che è successo prima è inaccettabile

La partita a Bologna è stata fra le più noiose e brutte che ha giocato la Juve quest’anno. La tattica attendista di Allegri mal si adatta a giocare contro squadre che attuano il catenaccio. Il Bologna dal canto suo forte di una classifica tranquilla non aveva necessità vitale di fare i tre punti e lo 0-0 , visto poi come è stato festeggiato dai tifosi di casa, era considerato un risultato extra lusso. Cosi noi ci siamo persi in un giro palla assai sterile cercando il pertugio che alla fine non si è trovato, loro erano sistemati con 11 dietro la linea della palla in fase di non possesso e attaccavano con i soli Giaccherini e Destro quando prendevano palla.

Se la difesa a 4 e anche il modulo non mi ha scandalizzato più di tanto viste le varie assenze, non capisco invece come si possa giocare con due arieti (Zaza e Morata) e rinunciare del tutto a mettere cross in mezzo. Infatti Zaza cosi è stato assolutamente inutile in quanto mai servito. Oltretutto, e lo si è visto sui calci d’angolo battuti in mezzo, loro parevano concederci qualcosa sulle palle alte. Altra cosa, rinunciando ai cross si è persa l’occasione di creare qualche mischia nell’area piccola dove le sportellate del ragazzo di Basilicata potevano risultare risolutive. Continuo poi a non capire come Pogba invece del gol cerchi sempre il gran gol. Ormai non è più un ragazzino e dovrebbe aver imparato che più di tutto conta vincere. Continua a fare le sue personalissime partite fra lui e la palla e non arriva a capire che deve esser determinante.

Una considerazione la faccio su Evra che non va sul fondo nemmeno più col Bologna. Chiaro che doveva giocare visto l’assenza di Alex Sandro ma Patrice gioca ormai solo più con l’esperienza e il posizionamento. Un giocatore che è abbastanza sterile e se va messo quando c’è necessità non va messo dentro quando la rosa è al completo. Non tutti invecchiano allo stesso modo. Non tutti sono Barzagli. Per Evra vale lo stesso che per Sturaro o Padoin. Giochino in assenza dei titolari. In ogni caso non è un dramma. Si doveva provare a vincere ma è fisiologico dopo tante partite vinte beccare una serata storta. E’ normale e se ogni 15 vittorie facciamo un pari chiaramente ci metto la firma.

Ultima considerazione ma più importante,  la faccio sulla bomba che è stata buttata sotto il pulman della Juve. Va da se che in uno stato normale che evidentemente non è l’Italia, questo fatto comporterebbe una lunga squalifica al Bologna, ma la cosa che mi domando io invece è: che differenza corre fra questo episodio a livello di mass-media e di sanzioni e quello del malato che ha buttato una bomba carta sui tifosi del Toro nel derby della Mole e che ha portato alla squalifica della curva bianconera? Ricordo che in entrambi i casi la responsabilità della sicurezza era di Bologna e Torino in quanto società ospitanti. Forse che buttare una bomba carta contro i giocatori Juventini non è reato?

4 commenti

  1. Magno è giusto e vero quello che tu scrivi.
    Ma finchè le scrivi tu su un sito o noi sui blog non cambierà mai nulla.
    E’ la società Juventus FC che deve intervenire e alzare la voce. Come vedi c’è sempre silenzio su tutto, e chi sta in silenzio, da che mondo è mondo, significa che accetta tacitamente lo stato delle cose. Alla società si vede che sta bene così, altrimenti si farebbe sentire ogni tanto, soprattutto in casi gravi comq questi

    • infatti io penso che sul pulman ci siano le telecamere e quindi credo che la juve abbia una registrazione di cio’ che è avvenuto quindi ancora di piu’ non mi spiego perchè non parta nessuna denuncia. forse aspettano che invece di una bomba carta qualcuno butti sotto il pulman una bomba a mano

  2. Per quanto riguarda la partita sono pienamente d’accordo con te. Penso sia stato un cocktail composto da un po’ di appagamento, il pensiero a martedì e l’ossessione di Allegri per un modulo che non rende. Sarebbe stato bello vincere, ma anche così può andare.
    Tutto ciò che viene fatto contro di noi non è reato. Gli juventini sono persone anormali, forse malate e da emarginare. Le nostre colpe sono così tante che c’è sempre una giustificazione per tutto quello che ci fanno. Sono certo che nessuno avrebbe da ridire se ci mettessero tutti in qualche campo di concentramento e facessero esperimenti su di noi. Pare che i comandamenti fossero undici e non dieci. L’ultimo era: “Non diventare mai tifoso della Juventus”.
    Ciao a tutti e FINO ALLA FINE SEMPRE FORZA JUVE!!

  3. Capitan Sparrow

    No, A.M., non è reato. Come non è reato diffamare la memoria delle vittime dell’Heysel. Da anni ormai Bologna è teatro di episodi violenti che hanno portato al ferimento di un padre che cercava solo di non far togliere la sciarpa juventina al figlio, e di sassaiole al pullman dei giocatori bianconeri sotto gli occhi di poliziotti che non facevano nulla, che sono sfociati ieri nella bomba carta definita da qualche idiota della TV come un piccolo petardo (sic!!!!). Domani? Da chi scrive – 39 mi aspetto di tutto, anche che non si fermino a bombe carta o a bombardamenti a base di rubinetti ed escrementi. La polizia che fa? Onestamente, non me ne frega niente se non gli squalificano lo stadio, tanto resteranno sempre mediocri e staccati di 40 punti, ma mi interessa la sicurezza dei nostri giocatori e nostra, di tifosi che vanno pacificamente a vedere una partita di calcio. ARRESTATELI!!!!!! Loro e i santissimi tifosi napoletani che lanciano i loro escrementi sui nostri tifosi.
    Parlando di calcio, ma guarda un pò che domani me tocca a tifà Milan…..

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi