Nazionale Italiana News

Amichevole Ucraina-Italia: le formazioni in campo alle 20.45

Scritto da Redazione JM

L’Italia affronta a Kiev l’Ucraina in un match amichevole in programma questa sera, alle ore 20,45. Un test probante dal quale il CT Cesare Prandelli si aspetta importanti indicazioni, visto che ha cambiato la formazione per 7/11 rispetto a quella che ha battuto la Slovenia solo pochi giorni fa. Gli unici a non rifiatare saranno Maggio, Chiellini, Montolivo e Aquilani. Assenti “causa derby” Thiago Motta e Cassano.\r\n\r\nUCRAINA (4-4-2): Piatov, Kucher, Romanciuk, Rakitski, Oshipko, Aliev, Oleinik, Stepanenko, Timoshiuk,  Yarmolenko, Kravets\r\nA disp.:Shovkovki, Fedetski, Kucer, Rotan, Khudobiak, Gusiev, Devich, Selezniov: All.: Kalitvintsev.\r\n\r\nITALIA (4-3-1-2): Viviano, Maggio, Gastaldello, Chiellini, Criscito, Nocerino, Montolivo, Marchisio, Aquilani, Rossi, Gilardino\r\nA disp.: Buffon, Sirigu, Santon, Balzaretti, Bonucci, Astori, Mauri, Thiago Motta, Parolo, Cassano, Giovinco, Matri, Pazzini. All. Prandelli.\r\nArbitro: Nikolayev (Russia).\r\n\r\nI PRECEDENTI\r\nSono 6 i precedenti ufficiali tra Ucraina ed Italia:  azzurri imbattuti grazie ad un bilancio di 5 successi ed 1 pareggio. Nei due precedenti giocati in Ucraina, sempre a Kiev, gli azzurri hanno sempre vinto. Il 29 marzo 1995, nel match valido per la qualificazione agli Europei di Inghilterra ’96, l’Italia si impose per 2-0 con reti di Lombardo (11′) e Zola (37′); il 12 settembre 2007, ancora in una gara di qualificazione agli Europei di Austria/Svizzera 2008, il successo azzurro arrivò grazie ad una doppietta di Di Natale (40′ e 77′), con gol del momentaneo pareggio ucraino firmato da Shevchenko (72′). L’Italia gioca per la nona volta nella propria storia in data 29 marzo e finora ha ottenuto uno score di 4 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte.\r\nTra i match da ricordare il primo della storia proprio contro l’Ucraina, 2-0 nel 1995 a Kiev e la gara del 1997 in cui l’Italia sconfisse 3-0 la Moldavia a Trieste nelle qualificazioni ai Mondiali di Francia ’98 con reti di Maldini al 24′, Zola al 45′ e Vieri al 50′.\r\n\r\n 

4 Commenti

  • E riguardo l’italia di ieri:\r\n\r\n-commenti pre partita del cronista:”Prandelli che viene incontro alle necessità dei club di serie A e rinuncia ai pezzi grossi”.\r\nE io ho pensato “sì perchè Chiello, Marchisio e Aquilani invece possono rompersi anche subito”. E ciao Chiello. Ma va bene così, l’importante è che l’italjuve vinca e la juve perda. Perfetto così. Poi son tutti pronti a salire sul carro dei vincitori.\r\n\r\nAltra cosa: Giovinco diamolo via, mi raccomando. E’ un brocco quello, non ha continuità e non sa cosa farsene del pallone. Prendiamo Rossi piuttosto, che anche ieri ha mostrato di saltare bene l’uomo in dribbling e di saper fare un passaggio di 10 metri TUTTO IN UN’AZIONE UNICA! Che fenomeno.

  • e infatti…..proprio ciò che intendevo….questo pinsoglio mi è sembrato proprio bravo….fosse stato all’arsenal,wenger l’avrebbe messo subito in porta senza pensarci 2 volte.Ora speriamo marotta non faccia cazzate,idem per pasquato…..fausto rossi non lo sto seguendo,ma ne ho sentito parlare bene.I ragazzi li abbiamo,bisogna dar loro fiducia!

  • Sai che bello ritrovarsi in casa un buon portiere senza spenderci dei soldi?\r\n\r\nAdesso vediamo Rossi e Pasquato nella rappresentativa della SERIE B. Mi aspetto grandi cose 😉

  • appena finito di vedere il 2o tempo di germania-italia u21,innanzitutto complimenti a Ferrara,è chiaro che con i giovani ci sa fare.Ma il punto non era questo…..avete visto Pinsoglio?????MAMMA CHE ROBA!ora mi raccomando Marotta,spero lei abbia il buon gusto di riportarlo alla casa madre l’anno prossimo!

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi