Allegri: "Ho parlato con Morata" (Video) | JMania

Allegri: “Ho parlato con Morata” (Video)

Allegri: “Ho parlato con Morata” (Video)

Massimiliano Allegri ha parlato oggi a margine di un evento organizzato dalla Juventus e dallo sponsor bianconero Samsung a Milano

Massimiliano Allegri ha parlato oggi a margine di un evento organizzato dalla Juventus e dallo sponsor bianconero Samsung a Milano. Inevitabile che il tema più caldo di questi giorni sia il futuro di Alvaro Morata, centravanti spagnolo che il Real Madrid vuole riprendersi esercitando il diritto di recompra. Si deciderà tutto dopo la finale di Champions del 28 maggio, ma intanto Allegri conferma di aver parlato con il calciatore: “Morata ha bisogno di restare ancora alla Juventus. Per il suo bene – sottolinea Allegri – , per crescere ancora, per raggiungere quel livello di equilibrio, di forza che ha nel potenziale. Non ci dimentichiamo che Alvaro è arrivato la scorsa stagione dal Real Madrid dove era un ragazzino e si è trovato ad affrontare una situazione in cui era considerato un giocatore, un titolare. Questo è l’ambiente ideale per lui, io gliel’ho detto: lui ha annuito, penso abbia capito”.

Quanto alla prossima stagione, dopo aver conquistato il 5° scudetto consecutivo e l’11.a Coppa Italia, i tifosi si aspettano che la società punti alla Champions League. Allegri è più abbottonato e sottolinea come il campionato rimanga sempre l’obiettivo principale, anche perché rappresenterebbe un ulteriore traguardo storico: “Il campionato deve rimanere il primo obiettivo – continua il tecnico toscano – , vincere il sesto titolo diventerebbe un fatto straordinario e questo ci deve dare grande stimolo quando ripartiremo. In Champions sicuramente bisogna superare il girone, poi dall’ottavo sono praticamente partite secche e serve un pochino di fortuna”.

Allegri e il record di infortuni

Una cosa sicuramente andrà migliorata: la preparazione atletica, visto che nella passata stagione si è andati ben oltre i 60 infortuni, di cui oltre 40 muscolari. “Quest’anno faremo una preparazione diversa – ammette – . L’anno scorso siamo partiti in ritardo e la responsabilità è mia. Stavolta non abbiamo la Supercoppa italiana in mezzo alla preparazione, e all’Europeo non tutti potranno arrivare in finale. Il 21 e 28 agosto avremo le prime due giornate di campionato e poi la sosta per le nazionali, quindi non avrò fretta di mettere in campo chi non è al top”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi