Allegri | Conferenza stampa | Juventus-Inter | Coppa Italia

Allegri: “Mi aspetto Inter rabbiosa” (Video)

Allegri: “Mi aspetto Inter rabbiosa” (Video)

Massimiliano Allegri ha tenuto la conferenza stampa alla vigilia di Juventus Inter, match valido per le semifinali di Coppa Italia

Massimiliano Allegri ha tenuto la conferenza stampa alla vigilia di Juventus Inter, match valido per le semifinali di Coppa Italia che si giocherà domani sera allo Stadium. Inevitabile che le prime domande vertano sulla formazione che il tecnico toscano manderà in campo: c’è la possibilità di un moderato turn over, ma vista la caratura dell’avversario… “Per Hernanes valuterò perché c’è Marchisio in diffida e lui è in una buona condizione. E’ cresciuto molto e sarà importante da qui alla fine. Per quanto riguarda il resto – ammette – , ci saranno dei cambi. Khedira sicuramente non giocherà perché ha giocato domenica e preferisco farlo riposare in vista del match di domenica. Scenderà in campo la formazione migliore, visto che non sarà un match secco e va interpretato in 180′. Pogba ha già riposato a Udine e deciderò domani su di lui. In quel ruolo comunque c’è sempre Asamoah pronto. Per quanto riguarda Dybala, non è detto che debbano giocare sempre gli stessi. Devo dosare le forze perché dobbiamo vincere più partite possibili”.

In attacco potrebbe finalmente toccare ad Alvaro Morata, che continua a non trovare la condizione psico-fisica migliore:

“Deve togliersi i pensieri dalla testa. Deve essere spensierato e incosciente – consiglia Allegri – . Con la Roma ha giocato bene e con l’Inter sarà della partita, forse dall’inizio. Bonucci? Dovrò valutare se farlo giocare o no. La squadra ha lavorato bene nell’ultimo periodo e stiamo più o meno tutti bene. Pereyra e Lemina sono vicini al rientro. Dobbiamo mantenere e migliorare la condizione. Dobbiamo pensare non solo a quello che è stato fatto, ma dobbiamo essere più incoscienti. Le tante vittorie creano pressioni e pensieri. Ma noi dobbiamo pensare partita dopo partita. Per ora pensiamo alla Coppa Italia, che è il primo obiettivo da inseguire. La spensieratezza non ce l’hanno solo i giovani, ma anche i più vecchi. I giovani certamente portano entusiasmo e incoscienza. Il pericolo ora è che il grande entusiasmo non si trasformi in equilibrio. Siamo in un buon momento, però il Napoli in campionato sta facendo meglio”.

Allegri: “E’ sempre il derby d’Italia”

In campionato l’Inter sta attraversando un periodo di difficoltà, Mancini e lo spogliatoio non sembrano andare propriamente d’accordo come ad inizio campionato, ma la Juve dovrà fare ancora più attenzione proprio per questo:

“Mi aspetto un’Inter rabbiosa – continua il ‘conte Max’ – , che vuole centrare la finale di Coppa. Vorrà fare una prestazione importante dopo il pari con il Carpi. E’ dentro la lotta scudetto con 51 punti a disposizione. Domani sarà un match molto difficile e dovremo essere molto bravi. Non ho sfide che sento più di altre. Le partite importanti sono tutte belle da giocare, poi dipende dai momenti. A volte Juve-Inter vale un campionato, altre volte no. E’ sempre il derby d’Italia e vale la Coppa Italia. Chi esce da questi due match vincendo, centrerà un obiettivo importante”.

Quanto al mercato, il dg Marotta ha detto che è sostanzialmente chiuso perché i big in questa sessione non li si riesce a prendere:

“Abbiamo una rosa competitiva e stiamo bene dopo molti infortuni. I nuovi dovevano crescere e sono migliorati. Comprare un giocatore che non migliora la rosa non ha senso. Per migliorare il gruppo – aggiunge – serve un top player, che è difficile trovare a gennaio. Le altre squadre fanno le loro valutazioni sul mercato”.

Infine una battuta su Cuadrado, che negli ultimi tempi è rimasto tanto in panchina: domani sera dovrebbe però partire dall’inizio.

“Cuadrado sta facendo molto bene. E’ migliorato dal punto di vista fisico, tecnico e tattico. Sa spezzare la partita con le sue qualità. Può giocare dall’inizio e può dare molto anche partendo dalla panchina. Con l’Inter forse parte titolare. Per quanto riguarda la sua conferma – conclude – , dovrà vedere la società col Chelsea”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi