Interviste Primo Piano

Allegri, Juve-Genoa: “Gara decisiva per lo scudetto”

allegri juventus-genoa
Scritto da Redazione JM

Massimiliano Allegri ha tenuto oggi la conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Genoa: un solo dubbio di formazione per domani

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Genoa. La premessa non poteva non essere dedicata ai sorteggi delle semifinali di Champions League: dopo aver battuto il Barcellona, i campioni d’Italia se la dovranno vedere con il Monaco, ma guai a pensare di essere già in finale… “Il Monaco è una squadra con valori tecnici e tattici - esordisce Allegri - , con giocatori giovani molto bravi. Ma alla Champions ci penseremo dopo Bergamo. E poi la partita contro il Genoa vale un campionato”.Le ultime gare a livello internazionale hanno detto sostanzialmente che la Juventus è cresciuta tantissimo a livello di mentalità, ma si può ancora migliorare.“Dobbiamo gestire meglio la palla - continua il tecnico toscano - , lavorando sui singoli giocatori per le gestualità tecniche”.Contro il Genoa ci sarà grande voglia di rivalsa, considerato che all’andata la squadra di Juric ha sorpreso i bianconeri vincendo stra-meritatamente. La formazione è praticamente fatta, c’è un solo dubbio in attacco:“Giocheranno i 4 (in avanti, ndr), c'è solo il dubbio legato a Cuadrado che valuterò oggi. In difesa? Sono talmente tutti bravi... domani dovremo essere pronti mentalmente per una partita difficile. Ricordiamoci l'andata, abbiamo preso 3 gol in mezz'ora battendo tutti i record... Marchisio? Giocherà, deve crescere. Ripeto: dopo un intervento al crociato ci vuole un anno per tornare ai livelli standard. Dani Alves? Ha avuto bisogno di un tempo di ambientamento, succede a tutti alla Juventus, è successo anche ad Evra”.

Allegri tra Cardiff e futuro

Il finale è dedicato nuovamente alla Champions, al sogno chiamato Cardiff e al futuro di Allegri:“Di uguale dobbiamo raggiungere la finale e se ci arriveremo l'affronteremo con autostima e consapevolezza sempre maggiore. Mi prendo un anno di tranquillità? La tranquillità non mi piace, se smetto vuol dire che smetto del tutto. Non è il momento di parlare del futuro. Le cose con la Juve vanno bene, l’importante è darsi degli stimoli nuovi”, conclude.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi