Allegri | Inter-Juve | Conferenza stampa | 17 ottobre 2015

Allegri: “Inter-Juve non è decisiva, cerchiamo continuità” (Video)

Allegri: “Inter-Juve non è decisiva, cerchiamo continuità” (Video)

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della trasferta contro l’Inter. Domani sera, alle 20:45, ci sarà da affrontare l’ennesimo e infuocato ‘derby d’Italia’, ma non sarà decisivo per lo scudetto, almeno stando a quanto afferma il tecnico livornese: “Non è una partita da dentro o fuori. Bisogna essere realisti …

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della trasferta contro l’Inter. Domani sera, alle 20:45, ci sarà da affrontare l’ennesimo e infuocato ‘derby d’Italia’, ma non sarà decisivo per lo scudetto, almeno stando a quanto afferma il tecnico livornese: “Non è una partita da dentro o fuori. Bisogna essere realisti ora. Il nostro obiettivo – dice Allegri in conferenza stampa – è arrivare a marzo e essere in lotta per lo scudetto. Domani non è una partita decisiva per lo scudetto, noi siamo indietro ma una vittoria di domani non cambierebbe nulla. Pe recuperare bisogna dare continuità di risultati. A marzo dovremo essere in lotta per lo scudetto e dobbiamo arrivarci nelle migliori condizioni”.

I giornalisti ci hanno preso gusto nelle scorse settimane e chiedono ad Allegri di anticipare la formazione: niente da fare, il tecnico bianconero non vuole dare alcun vantaggio al collega Roberto Mancini:

Non posso darvela perché non la so nemmeno io. Devo valutare la condizione di tutti. Ci sono nazionali che non hanno recuperato bene anche se tutti hanno lavorato con la squadra. I giocatori che hanno recuperato troveranno la condizione giocando e allenandosi con la squadra. Ora avremo una partita ogni tre giorni, bisogna essere bravi a far coincidere il tempo con i risultati e con il gioco. Per la prima volta avrò quasi tutta la rosa a disposizione. Mandzukic? E’ convocato, deciderò se farlo giocare titolare, stessa cosa per Dybala, che doveva smaltire il fuso orario. Marchisio rientra e credo che giocherà. Morata e Pogba sono da valutare, i loro infortuni non erano gravi.

È innegabile che la Juventus abbia iniziato la stagione con qualche problema di troppo: da questo momento in poi, però, con la rosa quasi al completo, si dovrebbe vedere la mano dell’allenatore:

Tutte le annate non sono uguali. Quest’anno abbiamo cambiato tanti giocatori, abbiamo avuto tanti problemi e domani per la prima volta ho più o meno quasi tutti i giocatori a disposizione. Dobbiamo avere pazienza – sottolinea – e essere consapevoli che dovremo dare continuità.

Quanto alla lotta scudetto, ieri il tecnico della Roma, Rudi Garcia, ha indicato nella Juve la squadra ancora favorita, così come ha fatto anche Roberto Mancini. Allegri non ci casca:

Garcia sta facendo l’opposto dell’anno scorso. Mancini cerca giustamente di togliere pressione all’Inter, ma la classifica in questo momento dice che l’Inter sia la favorita. La Roma è la seconda favorita, il Napoli è la terza favorita per lo scudetto, poi c’è il Milan e poi ci siamo noi. La Fiorentina sta facendo un ottimo campionato ma non credo possa lottare per la vittoria finale.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi