Allegri e Marotta | Conferenza stampa | 20 luglio 2015

Allegri e Marotta in conferenza stampa: “Arriveranno altri giocatori” (Video)

Allegri e Marotta in conferenza stampa: “Arriveranno altri giocatori” (Video)

17.00 Allegri e Marotta hanno aperto la stagione 2015-2016 in conferenza stampa. Il tecnico della Juventus e il dg hanno risposto alle domande dei giornalisti alternandosi con il massimo della disponibilità. Ecco le parole di Massimiliano Allegri: Pirlo? E’ andato via un grandissimo campione. Il calcio italiano perde un giocatore difficilmente sostituibile. La vita va …

17.00 Allegri e Marotta hanno aperto la stagione 2015-2016 in conferenza stampa. Il tecnico della Juventus e il dg hanno risposto alle domande dei giornalisti alternandosi con il massimo della disponibilità. Ecco le parole di Massimiliano Allegri:

Pirlo? E’ andato via un grandissimo campione. Il calcio italiano perde un giocatore difficilmente sostituibile. La vita va avanti, Andrea ha fatto una scelta per il suo futuro visto che non è più un ragazzino. Cambieremo dal punto di vista tattico? Abbiamo due sistemi di gioco consolidati, uno ereditato e uno inserito da me con buoni risultati. Sono arrivati giocatori diversi da quelli che sono partiti come caratteristiche. E’ importante iniziare bene e continuare a fare bene come negli ultimi anni. Quello che abbiamo fatto l’anno scorso non conta più, rimane nella storia ma si riparte da zero. Abbiamo obiettivi difficili da raggiungere, abbiamo cambiato pelle ma la società sta svolgendo un ottimo lavoro. La società si sta muovendo per alzare il tasso tecnico della squadra – continua – , quindi in quel ruolo serve un giocatore molto tecnico senza rompere gli equilibri di squadra. Sono sereno, stiamo valutando cosa possiamo fare e cosa ci serve. Pirlo, Tevez e Vidal sono giocatori di spessore a livello di personalità. Ma sono arrivati giocatori importanti come Khedira e Mandzukic con una buona esperienza a livello europeo. Tanti giovani che abbiamo dovranno fare il salto di qualità, poi sono rimasti leader come Buffon, Chiellini, Marchisio, Barzagli. Sono contento di come ci stiamo muovendo, rifiniremo la rosa. Abbiamo un buon mix di esperienza internazionale e giovani di talento. Dybala e Rugani? Questi ragazzi hanno bisogno di una guida e di insegnamenti, di malizia, anche se hanno giocato molte partite. L’esperienza non si compra, la si fa giocando. Gradualmente cresceranno tutti, non bisogna buttarli allo sbaraglio per non bruciarli. Le partenze importanti saranno uno stimolo perché lavorando bene coi giocatori che sono arrivati, abbiamo la possibilità di costruire una squadra in grado di vincere in Italia e in Europa per i prossimi anni. Il nostro obiettivo quest’anno è migliorare noi stessi, giocare meglio e migliorare i singoli giocatori. Le avversarie? Tanti stanno facendo un ottimo mercato, le due milanesi le ritroveremo a lottare per il campionato. La Roma era già forte e dipenderà da come si muoverà. Il Napoli sta cambiando fisionomia di gioco, sarà un campionato più equilibrato dell’anno scorso. Ritroveremo due società come Inter e Milan abituate a vincere. Come sta Khedira? Sami si è presentato in buone condizioni e con grande entusiasmo. Ha voglia di riprendersi quello che ha perso a Madrid per l’infortunio e non solo. E’ un arrivo importante e carismatico. Come? Ha giocato poco l’anno scorso, ma anche partite importanti. Non è solo veloce, ha grandi qualità tecniche e fisiche. Quest’anno farà meglio e sarà cresciuto, il parco attaccanti con lui è molto importante e ben mixato. Siamo ancora la squadra da battere? Direi di sì, perché siamo ancora forti nonostante le partenze importanti. Siamo ancora favoriti – ammette – , ma sarà più difficile perché ci saranno le milanesi. Vadalà? L’ho visto solo una volta poi si è fatto male. Deve crescere e imparare, a vederlo così posso dire che sa giocare a calcio, ma è presto.

Di seguito le parole del dg Beppe Marotta:

Sappiamo di dover completare la rosa e cercheremo di farlo il più in fretta possibile – esordisce il dirigente bianconero – Abbiamo l’obbligo di continuare sulla scia delle vittorie. Da parte nostra c’è il massimo impegno per raggiungere gli obiettivi e per farlo rafforziamo il nostro modello che è vincente. Il calcio brucia tutto velocemente, ci siamo trovati con situazioni inaspettate come Pirlo, Tevez e Vidal, che sta per essere definita. Allestiremo una squadra competitiva per cercare di vincere tutto, ma mantenendo un equilibrio finanziario. Abbiamo rinnovato seguendo il made in Italy, e lo dico con orgoglio, tutti gli introiti televisivi li abbiamo reinvestiti in Italia. Credo che tanti dovrebbero prenderci da esempio. Certo Pirlo, Tevez e Vidal sono insostituibili, ma chi è arrivato ha grande motivazione e questo ci spingerà a realizzare nuovamente i nostri sogni. Gotze? Non abbiamo attivato una trattativa concreta, abbiamo fatto un sondaggio. Certo ha le caratteristiche che cerchiamo per la trequarti. Se Bayern o Goetze volessero parlarne, le cose si faranno più concrete. Quanto possiamo spendere? Vogliamo migliorare la rosa – prosegue – , ma le trattative non dipendono solo da quanto possiamo spendere. Servono situazioni favorevoli come quelle di Khedira, ma comunque abbiamo già investito circa 100 milioni. Agiremo con equilibrio, ma si vince con un modello vincente e non con gli investimenti. Servono programmi e senso di appartenenza. Percentuali sugli acquisti? Non so darvi percentuali. Abbiamo tracciato un identikit del profilo necessario e da parte nostra il lavoro è stato fatto. Lo zoccolo duro è stato confermato, ci mancano due pedine e proveremo a sistemarle il prima possibile. Non dipende sempre e solo da noi. Vendiamo ancora? Noi non obblighiamo nessuno ad andare via, chi ci chiede di prendere altre strade le accontentiamo. Pirlo e Tevez, così come Vidal hanno voluto provare un’esperienza diversa e li abbiamo accontentati. Noi non siamo una società cedente, anzi, pensiamo sempre a migliorare. Per Pogba vale la stessa cosa, crediamo molto in lui e ha dimostrato di avere grande rispetto per la Juventus. Ascoltiamo gli interessamenti, che ci sono stati, ma non ci sediamo con nessuno a trattare. E’ importante per la nostra economia di squadra. Se non chiederà di andare via, non valuteremo offerte. Allegri ha il compito di valorizzare la rosa che ha a disposizione. L’ha fatto benissimo la scorsa stagione e sarà bravo a ripetersi. Noi gli metteremo a disposizione giocatori di qualità, poi starà a lui schierarli come meglio crede. Manca un mese e mezzo alla fine del mercato, ma già così si può lavorare con grande tranquillità. Qualcosa manca in rosa, lo troveremo e lo compreremo. Alex Sandro? E’ un giocatore interessante che piace a tanti club importanti. Non abbiamo iniziato una trattativa col Porto, non cerchiamo un giocatore come lui. Finale di mercato col botto? E’ già stato un mercato dinamico, ma credo che le squadre che puntano a vincere non devono impostare la rosa negli ultimi giorni ma programmare prima. Noi speriamo di trovare quello che ci serve in anticipo.

Marotta e Allegri: video conferenza stampa

Massimiliano Allegri e Beppe Marotta in conferenza stampa, 20 luglio 2015. Dopo la domenica di riposo, domani la Juventus si ritroverà quasi a ranghi completi per iniziare la fase più intensa del ritiro pre-campionato. In questi giorni c’è stato solo un assaggio di preparazione, ma da domani si comincerà a fare sul serio: la prima settimana di lavoro è servita più che altro per la ripresa tecnica e aerobica e per far prendere confidenza ai nuovi acquisti con il mondo Juve.

La giornata sarà dunque importantissima, perché a parte i giocatori che hanno preso parte alla Coppa America, Allegri avrà tutti i giocatori a disposizione, ma soprattutto c’è grande attesa per la conferenza stampa congiunta del tecnico e dell’ad e dg dell’area sport, Beppe Marotta. L’evento, che si terrà presso la sala stampa dello Juventus Center di Vinovo, sarà trasmesso in diretta streaming alle 16 sul sito Juventus.com e sull’account twitter ufficiale della Vecchia Signora. La maggior parte delle domande, manco a dirlo, verteranno sul calciomercato, dalle cessioni di Tevez, Pirlo e Vidal, ai possibili arrivi di Alex Sandro e Mario Gotze.

Quanto alla preparazione, da domani i giocatori della Juventus pernotteranno in albergo e si sottoporranno a doppie sedute di allenamento per essere in forma in vista della la Supercoppa italiana di Shanghai, in programma l’8 agosto contro la Lazio. Tra coloro che si metteranno agli ordini di Allegri nella giornata di domani, ci sono anche capitan Gigi Buffon, il nuovo portiere Neto e Daniele Rugani. Kingsley Coman sarà impegnato fino a giovedì con la Francia Under 19.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi