Allegri: "Niente esperimenti, il gioco sta migliorando" (Video)

Allegri: “Niente esperimenti, il gioco sta migliorando” (Video)

Allegri: “Niente esperimenti, il gioco sta migliorando” (Video)

Massimiliano Allegri, ha parlato alla vigilia di Empoli-Juventus: confermato il modulo 3-5-2, il tecnico toscano vede segnali di miglioramento nel gioco

Massimiliano Allegri, ha parlato alla vigilia di Empoli-Juventus. Dopo la vittoria netta contro la Dinamo Zagabria in Champions League, i campioni d’Italia vogliono chiudere con tre punti in campionato prima della sosta per le nazionali.

“Io voglio i tre punti – esordisce il tecnico toscano – . Che poi, per prendere i tre punti, bisogna comunque arrivarci attraverso una prestazione di qualità sia in fase difensiva che in fase offensiva, questo credo che sia normale. Domani è una partita molto complicata perché giochiamo alle 12.30, un orario inusuale per la Serie A, contro l’Empoli, che è vero che viene da due sconfitte, ma è anche vero che con la Lazio non meritava di perdere. Empoli è un campo difficile. Bisogna essere pratici e cercare di giocare bene. Già a Zagabria abbiamo mostrato una velocità di gioco buona e abbiamo fatto meglio di quanto avevamo fatto a Palermo”.

A chi gli chiede per l’ennesima volta del possibile cambio di modulo, Allegri ci scherza su. La Juve continuerà con il 3-5-2, anche perché sembra che siano gli stessi giocatori a volerlo con forza, sentendosi più tranquilli.

“Se cambio sistema subito – ride – , poi voi cosa mi chiedete la prossima volta? Lo faccio per voi. Per quanto riguarda gli esperimenti, a Zagabria, visto come era andata la partita, ho provato un sistema di gioco soprattutto per vedere come si muovevano i ragazzi in campo e lo hanno fatto in modo discreto. Cambiare tutto e subito credo che sia sbagliato. Abbiamo la necessità di sperimentare, ma spero di non avere la necessità di fare i cambi di modulo in corsa, perché vorrebbe dire che dobbiamo recuperare la partita. Più che con un sistema di gioco, possiamo partire con uomini con caratteristiche diverse da quelli che metto in campo”.

Oggi un quotidiano nazionale mette Sarri davanti ad Allegri, parlando di gioco assai migliore del Napoli rispetto alla Juve. L’allenatore bianconero per ora è soddisfatto così.

“C’è molta partecipazione da parte di tutto il gruppo. In questo momento quelli che stanno fuori sono molto più importanti di quelli che giocano, perché alzano l’intensità dell’allenamento e sono sempre pronti e disponibili. Sono 40 giorni che siamo insieme. Dobbiamo migliorare la qualità del gioco. I giocatori devono ancora conoscersi bene. Dobbiamo migliorare di qui alla fine dell’anno. Come è sempre stato”.

Al solito, spunta la domanda sulla Champions, vero e proprio pallino dei tifosi bianconeri…

“Gli obiettivi della Juventus sono tutti ugualmente importanti – sottolinea ancora – . Bisogna finire questo mese nel migliore dei modi, che vuol dire vincere a Empoli per arrivare bene alla sosta. Poi ci giocheremo la qualificazione in Champions e poi avremo gli scontri diretti con il Milan e il Napoli. Bisogna vincere a Empoli per non rovinare la sosta all’allenatore. Lo scorso anno a Carpi l’ultimo minuto fu al cardiopalma e abbiamo messo in bilico la rimonta, la partita di domani è simile a quella dello scorso anno e i ragazzi sanno che è molto importante”.

Allegri e gli infortuni: “Mi viene da ridere”

Quanto alla formazione, le scelte sono state praticamente fatte. Giocheranno i migliori, con Khedira che non sarà risparmiato nemmeno stavolta.

“Mi viene da sorridere perché Khedira è arrivato l’8 agosto. Non esiste una verità sola, cambia da stagione a stagione. Ha fatto tante partite con una preparazione mirata. L’anno scorso è arrivato prima di tutti gli altri e si è fatto male prima di tutti gli altri perché veniva da due anni in cui non aveva giocato. Il fatto di giocare 25 partite l’anno scorso gli è servito da rodaggio per questa stagione. Non abbiamo fatto niente di particolare. Il turnover? Stanno tutti bene. Pjanic sta bene. Hernanes aveva fatto bene anche l’anno scorso, ma veniva massacrato. Qust’anno si scopre che è importante per noi e io sono contento e mi viene da sorridere. Abbiamo Khedira, Sturaro che sta rientrando e speriamo che a breve rientri Marchisio, per avere maggiori soluzioni. Mattiello? Sta bene, sta recuperando e ora sta giocando con la Primavera”.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi