Agnelli incalza Conte | Vuole una risposta sul rinnovo entro 20 giorni

Agnelli incalza Conte: vuole una risposta sul rinnovo entro 20 giorni

Agnelli incalza Conte: vuole una risposta sul rinnovo entro 20 giorni

Ultimatum in casa Juventus: il presidente Agnelli vuole sapere entro 20 giorni da Conte se prolungherà o andrà in scadenza a giugno 2015

conte-fiorentina-juventus-conferenzaAndrea Agnelli vuole sapere da Antonio Conte cosa ‘farà da grande’: rinnoverà con la Juventus o andrà a naturale scadenza di contratto a giugno 2015? La Juventus ha fretta e chiede una risposta all’allenatore dei record entro 20 giorni: Marotta ieri ha ribadito che non ci siano problemi, ma che ci si siederà attorno ad un tavolo dopo la conquista degli obiettivi stagionali. La società vuole evitare la telenovela di un anno fa, che a livello mediatico non fece benissimo alla Juventus, dando l’impressione di una spaccatura tra dirigenti e allenatore.

Un anno fa il tecnico salentino tenne in sospeso il club bianconero per diverse settimane, prima di accettare il prolungamento fino al giugno del 2015 e l’aumento di ingaggio. Aumento previsto anche quest’anno se Conte accettasse di proseguire anche oltre la naturale scadenza dell’attuale accordo. Con quattro trofei vinti in due anni e la possibilità di vincere il terzo tricolore consecutivo e un’Europa League, il tecnico della Vecchia Signora alza ulteriormente l’asticella: non basta lo stipendio, vorrebbe un budget per il mercato da spendere in previsione della Champions League. Cifre che la Juve non ha, visto che il bilancio continuerà a rimanere in rosso, a causa soprattutto della prematura uscita dalla competizione europea regina. Per i grandi colpi servirà una cessione importante e dei top attuali Conte non verrebbe rinunciare a nessuno.

Tra le proposte fin qui giunte al tecnico salentino, però, non è che ci siano progetti tecnici esaltanti: lo ha contattato il Monaco e pare l’Arsenal, mentre non ci sono conferme sull’interesse del Manchester City. Agnelli e Marotta hanno già provato a convincerlo nelle scorse settimane, ma Conte ha sempre rinviato: l’impressione è che possa andare a scadenza di contratto, giocandosi l’ultimo anno in bianconero con quello che ‘passa la casa’. A partire dai prossimi mesi, in questo caso, i dirigenti bianconeri dovrebbero lavorare per il tecnico che siederà sulla panchina della Juve dalla stagione 2015-2016: i nomi che riporta oggi la ‘Gazzetta dello Sport’ sono quelli di Diego Simeone, Luciano Spalletti e Massimiliano Allegri. Interessante il primo, meno il secondo, da evitare il terzo. Ovviamente il tifo lo si fa sempre e solo per Antonio Conte, nella speranza che resti alla Juventus ancora tanti anni.

6 commenti

  1. Io spero che la nostra proprietà abbia ben chiaro che senza Antonio Conte questa squadra ritornerebbe lemme lemme nell’anonimato. Non si può prescindere da un valore aggiunto del suo livello per ritornare fra l’elite del calcio che conta. Se poi, in realtà, cercare di fare una figura decente anche in Champions, non è tra le priorità della dirigenza Juve, in quanto ci si accontenta di traccheggiare nel campionato italiano e nelle coppe minori, allora che lo dicessero chiaramente, e iniziassero a cercare partner economici in grado di mettere un poi’ di soldini in cassa.
    La nostra storia ci impone di primeggiare nel calcio che conta. Ed oggi il calcio che conta non è in Italia. E questo lo sanno tutti.

  2. se per caso però dovrà essere affrontato nell’immediato il problema dell’allenatore
    evitiamo di farci del male:
    Allegri: mille volte no
    Spalletti: duemila volte no
    Simeone: solo perchè al momento è un emergente ? non ci dimentichiamo che quest’anno ha
    fatto un ottimo minestrone con ciò che passava il convento; poichè speriamo sempre
    che la JUve si rinforzi ancora, bisogna tenere conto che cucinare con le primizie è un’altra cosa
    e prendere eventualmente una squadra cje viene da un triennio a dir posco esaltante non
    è cosa semplice.
    Da valutare
    Io cercherei sul mercato tedesco fermo restando che mi piacerebbe la conferma di Conte.

  3. Perchè continuare a sproloquiare in questo gioco allo sfascio? il problema non si pone:
    Conte ha un contratto fino a giugno 2015; se ad inizio campionato non avrà rinnovato
    allungando la scadenza vorrà semplicemente dire che se ne andrà a scadenza, ergo, sull’immediato
    il problema non si pone affatto e non vedo quest’urgenza ad acuire problemi che non esistono.
    lasciamo quest’esigenza ai giornali di gossip (Gazzetta, Messaggero, repibblica, corriere ecc.) ma
    non facciamoci coinvolgere in queste loro masturbazioni verbali.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi