Agnelli duro "E' da inizio stagione che capitano certe cose..." | JMania

Agnelli duro “E’ da inizio stagione che capitano certe cose…”

Agnelli duro “E’ da inizio stagione che capitano certe cose…”

C’è Michel Platini in visita allo Juventus Stadium e il presidente della Juve, Andrea Agnelli, non poteva che fare gli onori di casa. Dopo aver accompagnato il presidente Uefa presso la sua stella – Platini si è emozionato essendo la prima volta che visitava la nuova casa bianconera – il numero uno di Corso Galileo …

C’è Michel Platini in visita allo Juventus Stadium e il presidente della Juve, Andrea Agnelli, non poteva che fare gli onori di casa. Dopo aver accompagnato il presidente Uefa presso la sua stella – Platini si è emozionato essendo la prima volta che visitava la nuova casa bianconera – il numero uno di Corso Galileo Ferraris si è poi intrattenuto con i giornalisti presenti per fare il punto della situazione e spiegare il silenzio stampa: “Questa mattina ci siamo trovati per una riflessione generale – le parole di Agnelli riportate da ‘Tuttosport’ – : la nostra opinione non cambia, ma a questo punto noi dobbiamo continuare a credere nelle nostre possibilità. Siamo in corsa su tutti e due gli obiettivi stagionali, campionato e Coppa Italia, per cercare di perseguirli contro tutto e contro tutti. Siamo molto soddisfatti: abbiamo iniziato un percorso due anni fa e i risultati cominciano a vedersi. Per merito del lavoro dell’area tecnica che ha allestito una squadra all’altezza e per merito di Conte e dei suoi giocatori che sono straordinari. Siena e Parma le svolte nel rapporto con gli arbitri? Non ho visto una svolta, anche l’inizio è stato così. Abbiamo fatto tabelle della nostra permanenza in area e dei falli fischiati… Certe cose capitano dall’inizio della stagione. Dopo Genoa-Juve una pausa di riflessione giusta”.
Il silenzio stampa in casa Juventus è durato quindi poche ore, ma l’impressione è che da qui a venerdì, quando dovrebbe esserci la conferenza stampa di Antonio Conte, nessuno rilascerà alcuna dichiarazione agli organi di stampa.

[metacafe width=”540″ height=”345″]http://www.metacafe.com/watch/8215682/parla_andrea_agnelli_soli_contro_tutti_e_tutto/[/metacafe]

3 commenti

  1. Non mi sembra che la juve in esatte abbia costruito questa squadra di fenomeni.Vincere lo scudetto??Per carite0,milan ed inter erano e sono molto pif9 attrezzate.Un posto in champions??Si,era possibile raggiungerlo.Ma in ogni caso le due squadre che sono attualmente al terzo e quarto posto dovrebbero insegnare che per costruire qualcosa si deve dare continuite0 ai progetti e non rivoluzionarli ogni anno.La juve dovrebbe avere pazienza e continuare con Del Neri,del resto sono i giocatori che fanno la squadra,non l’allenatore.Gli infortuni hanno contribuito alla brutta stagione,se i titolari non sono all’altezza delle prime due in classifica figurarsi i panchinari.

  2. @Manuel, il toscano chiacchierone può tranquillamente attaccarsi alla catena del cesso, il goal di Muntari è fasullo!! Emanuelson è fuori dal campo, il che è PROIBITOOOO!! Conclusioni: Emanuelson è da ammonire, rientra in campo senza il permesso dell’arbitro, e si fischia punizione per la Juventus. Fine di ogni discorso!!!

  3. Il tema di fondo rimane quello di attaccare la Juventus. Attaccarla perché parla ma anche perché decide di rimanere in silenzio. Contestarla ad ogni dichiarazione, ridimensionare il cammino fatto in questo campionato, selezionare accuratamente gli episodi da martellare per instradare il sentimento popolare nella giusta via e non essere minimamente obiettivi. Sulla carta, e sappiamo che quella del Palazzo può assegnare d’ufficio anche uno scudetto, c’è già scritto il nome del vincitore di questo campionato. Si lavora per rendere credibile questa vittoria…

    Sarà per questo che nel momento in cui Allegri, apre e chiude ogni conferenza stampa ricordando il gol non concesso a Muntari, nessuno dei televenditori di sentimento popolare, gli ricorda che è “stucchevole polemizzare sempre” (come fanno puntualmente per le parole di Conte) o magari che nella stessa partita è stato annullato anche un gol regolare a Matri.
    Ovviamente si contesta Conte per il suo modo di vivere le partite “indomito ma leale”, e si incensa Galliani per aver mandato a quel paese tutti prima di presentarsi, nell’intervallo di Milan-Juve, faccia a faccia con la terna arbitrale aggredendola per l’errore fatto. C’è evidentemente qualche obiettivo da raggiungere ed è da tempo che non si bada più alla forma e alle apparenze pur di perseguirlo…

    Ai tanti che accusano gli juventini per le loro proteste, ricordo che ad esacerbare gli animi non sono delle giuste proteste, ma delle false accuse.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi