Agnelli: "Conte punito senza prove, come noi per Calciopoli" | JMania

Agnelli: “Conte punito senza prove, come noi per Calciopoli”

Agnelli: “Conte punito senza prove, come noi per Calciopoli”

“Siamo la gestione familiare più antica nella storia dello sport, il 40% è nelle mani dei tifosi ma il restante 60% dipende dalla nostra gestione da quasi 90 anni“. Andrea Agnelli si è espresso così oggi pomeriggio a Londra, al congresso Leaders in Soccer. Il numero uno della Juventus ha parlato rigorosamente in Inglese, toccando …

Siamo la gestione familiare più antica nella storia dello sport, il 40% è nelle mani dei tifosi ma il restante 60% dipende dalla nostra gestione da quasi 90 anni“. Andrea Agnelli si è espresso così oggi pomeriggio a Londra, al congresso Leaders in Soccer. Il numero uno della Juventus ha parlato rigorosamente in Inglese, toccando diversi temi dell’attualità, non ultimo il mercato. “Parto sempre dal presupposto che ogni decisione va presa alla fine della stagione e non durante la stessa – le parole del presidente bianconero riportate da ‘Tuttosport’ -. È normale avere una striscia negativa, per questo è importante aspettare. Ovviamente se le cose non vanno, la cosa più difficile è inserirsi in nuovi mercati. Volevamo giocatori che fossero orgogliosi di indossare la maglia della Juventus. Con Delneri non aveva funzionato per cui abbiamo dovuto cambiare tutto e con il senno di poi possiamo dire che con Conte abbiamo fatto la scelta migliore“.

Antonio Conte, dopo la squalifica basata sul nulla, oggi si è beccato un altro deferimento da parte di Palazzi:

Sono rimasto molto deluso quando ho appreso la sentenza di condanna – aggiunge Agnelli –  Già eravamo molto delusi per quanto accaduto nel 2006, che ritenevamo un’ingiustizia. Ho parlato con Conte e mi sono bastati un paio di minuti per capire che era innocente. È stato un processo inquisitorio, della parola di una persona contro l’altra. Calciopoli? Vorrei un punto di vista internazionale. Siamo stati puniti dalla giustizia sportiva ma non esiste una singola prova. E c’è una Corte che ha stabilito che il campionato 2005/2006 non è stato influenzato in alcun modo. Inoltre il campionato 2004-2005 non è mai stata sotto investigazione. Ma è tutta la Serie A che da allora sta soffrendo, non ci sono dubbi. Il 2006 ha segnato uno spartiacque. Dieci anni fa c’erano altre squadre che erano di esempio e il Barcellona non era quello di oggi. In passato anche le squadre inglese faticavano ad avanzare in Champions League mentre la Germania ha ormai chiuso il gap proprio grazie ai nuovi stadi e alle commercial partnerships.

Agnelli, poi, parla di diritti TV e fair play finanziario:

Se andiamo in Estremo Oriente, c’è solo la Premier League ad essere trasmessa, qui c’è ovviamente una politica ben precisa anche nel vendere i diritti tv. La serie A prima deve guidare se stessa e poi vendersi a livello internazionale. Al momento non abbiamo nessun appeal a livello internazionale. Fai play finanziario? Noi ci stiamo preparando ma sarei curioso di sapere quali sono le altre squadre che stanno operando come noi. Il sogno di ogni ragazzo è quello di alzare la Coppa del Mondo. Però bisogna anche pensare che questi ragazzi hanno dei contratti multimilionari e ogni volta che vanno in nazionale rischiano di ‘sminuire il loro valore procurandosi un infortunio.

A proposito di sogni, quello di Agnelli è di tornare sul tetto d’Europa:

Vogliamo vincere ogni competizione a cui partecipiamo. Siamo i sesti di sempre nella storia della Coppa dei Campioni dal 1952 ad oggi e vogliamo vincerla ancora“.

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi