Aggredirono tifoso della Juventus: condannati tre ultras del Torino

Aggredirono tifoso della Juventus: condanne pesanti per tre ultras del Torino

Aggredirono tifoso della Juventus: condanne pesanti per tre ultras del Torino

Il tribunale di Torino ha condannato tre ultras granata per tentato omicidio: aggredirono un tifoso della Juve a dicembre del 2012

ultras-torinoIl tribunale di Torino ha condannato tre persone con l’accusa di tentato omicidio nei confronti di un tifoso della Juventus. I fatti avvennero il 1° dicembre del 2012: i tre imputati sono tutti tifosi del Torino, due dei quali sono stati condannati a nove anni di reclusione, mentre il terzo a otto anni e quattro mesi. I primi due sono Francesco Rosato e Daniele Tantaro, rispettivamente di 27 e 26 anni; il terzo è il venticinquenne Alessandro Plazio. Un quarto imputato, Domenico Mollica, di 31 anni, è stato invece assolto.

I tre avevano aggredito un supporter bianconero, C.R., 47 anni, che non fa parte della tifoseria organizzata, e che si stava recando allo Juventus Stadium passando di fianco di un corteo di ultras del Torino. Dal gruppo, si sganciarono alcune persone che colpirono il tifoso bianconero con calci, pugni e cinghiate. C.R. fu sottoposto a due interventi chirurgici (uno di ricostruzione di una parte del cranio) ma il suo volto è rimasto irrimediabilmente deformato.

2 commenti

  1. Ben gli sta a sti pezzi di…asino.Speriamo stiano in galera il più possibile e si godano il confort delle doccie.

  2. Capitan Sparrow

    E i violenti siamo noi…….

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi