Affaire Mutu. Becali: "Metteremo nei guai la Juventus" | JMania

Affaire Mutu. Becali: “Metteremo nei guai la Juventus”

“Metteremo la Juventus e gli altri responsabili di questa situazione nei guai”: la minaccia arriva da Giovanni Becali, procuratore di Adrian Mutu che, in un’intervista al Corriere dello Sport, preannuncia fuoco e fiamme contro la società bianconera e la precedente dirigenza legata a Luciano Moggi. Ecco l’intervista integrale, pubblicata quest’oggi. Giovanni Becali, come stanno le …

mutu“Metteremo la Juventus e gli altri responsabili di questa situazione nei guai”: la minaccia arriva da Giovanni Becali, procuratore di Adrian Mutu che, in un’intervista al Corriere dello Sport, preannuncia fuoco e fiamme contro la società bianconera e la precedente dirigenza legata a Luciano Moggi.

Ecco l’intervista integrale, pubblicata quest’oggi.

Giovanni Becali, come stanno le cose?
“Dopo quattro anni di separazione, Adrian una settimana fa mi ha chiamato. “Posso venire a casa tua?” Certo che puoi venire. Il ragazzo è disperato, è stato abbandonato da tutti, anche da quelli che con lui hanno fatto affari d’oro, trasferendolo a costo zero e portandolo alla Juventus”.

Lei lo conosce da ragazzino.
“Lo abbiamo preso a sedici anni, lo abbiamo portato alla Dinamo. Gli abbiamo fatto prendere i primi soldi, la patente, la macchina. Era bravo, sin da ragazzino. Così è cominciata la sua carriera in Italia: Inter, Verona, al Parma dal mio amico Sacchi. Il Chelsea lo ha acquistato dal Parma per 24 milioni. Il primo anno è andato benissimo. Claudio Ranieri mi aveva messo in guardia: “Londra è una città pericolosa”. Adrian guadagnava tanti soldi e ha perso un pò la testa. E finì in quella storia di droga. Mandai a Londra mio fratello con Popescu e Petrescu. Lui parla benissimo inglese e grazie a un amico ha fatto molto per Adrian. Con il nostro intervento era uscito bene da quella storia. Poi arrivò Mourinho, che quando andai a Londra mi disse: “Mutu deve comportarsi bene, fate attenzione”. Il Chelsea voleva cederlo e chiedeva dieci milioni, poi finì il mercato e lo trovarono positivo alla cocaina: sette mesi di squalifica. Alla Juventus andò gratis. Io continuai a criticarlo e lui a Bucarest fece una conferenza stampa dicendo che si separava da me e che andava alla Juventus. Il suo nuovo procuratore che lo ha portato via, Alessandro Moggi, non si è preoccupato di farsi dare un documento con il quale il Chelsea dichiarava di non aver più nulla da pretendere da Mutu. Senza quel foglio io non lo avrei mai portato via da lì. Se ci sarà un’inchiesta farà luce su come sono andate le cose. Mutu è andato prima al Livorno e poi alla Juventus, attraverso un artificio sul quale anche la Lega avrebbe dovuto fare chiarezza. La Juventus è un grande club, non aveva bisogno di essere coperta dal Livorno”.

Lei come pensa di poter risolvere il problema di Mutu?
“Io credo che lui debba ridare i soldi che ha guadagnato nel Chelsea, il resto dovranno pagarlo la Juventus, il Livorno e la famiglia Moggi (Alessandro è il suo vecchio procuratore, ndr). Io non ho paura di nessuno ma voglio cercare di aiutare questo ragazzo, visto che non lo difende nessuno. Adrian è disperato. Metteremo la Juventus e gli altri responsabili di questa situazione nei guai. Ci affideremo ai migliori avvocati internazionali. Già martedì mi incontrerò con l’avvocato Dupont (quello della sentenza-Bosman, ndr) a Firenze e decideremo il da farsi. Mutu ha già pagato con sette mesi di squalifica e con la relativa sospensione dello stipendio. E’ pronto a restituire tutto quello che ha guadagnato. Se il Chelsea vuole rivalersi, lo deve fare con altri”.

La Fiorentina gli ha offerto solidarietà.
“Loro lo hanno difeso, non ho ancora parlato con i dirigenti ma i rapporti con loro sono buoni. Dalla Juve non si è fatto vivo nessun dirigente e nessun ex compagno, non si lascia un ragazzo così. Se il procuratore che lo ha portato in Italia ha il coraggio venga a fare qualsiasi confronto pubblico con me, dove vuole lui. Io ho guadagnato tanto, controllo tutto il calcio in Romania, non ho paura di nessuno. Da domani mi metto in moto. Perchè deve pagare il ragazzo e non gli altri?”.

E poi cosa riserverà il futuro a Mutu?
“Se trovassimo una buona squadra che offrisse una cifra giusta alla Fiorentina e un ingaggio importante al giocatore, a gennaio potrebbe anche andare via. Ma Adrian a Firenze sta bene. Oggi si è rifatto una famiglia, ha avuto dei bambini. Lui ha capito di aver sbagliato e ha pagato. Ha messo la testa a posto. Lotterò fino al la morte perchè Mutu abbia giustizia”
(Tuttojuve.com)

4 commenti

  1. Cobolli Gigli potrebbe fare un piccolo sfrozo e regalargli 2 o 3 milioni di Euro!!
    ^_^

  2. Non posso che quotarvi entrambi. Anche nella punteggiatura 🙂

  3. MUTU. Il Chelsea licenzia il giocatore rumeno
    “Vogliamo ribadire che il Chelsea ha una politica di tolleranza zero su chi fa uso di droghe, sia che lo faccia per migliorare le proprie performance sportive, sia che le assuma per il proprio piacere”. Forte di questo concetto, il Chelsea comunica il licenziamento del giocatore rumeno Adrian Mutu, trovato positivo alla cocaina e squalificato dalla Federcalcio per un periodo di due anni. Finisce dunque così la travagliata avventura dell’attaccante nella sqaudra londinese, squadra nella quale del resto non aveva più spazio dopo l’arrivo del tecnico Mourinho

    “il Siena annulla il contratto di Bachini”
    Nell’estate 2005 viene ingaggiato dal Siena ma viene trovato nuovamente positivo alla cocaina nella gara del 4 dicembre 2005 contro la Lazio ed il Siena rescinde il contratto.

    Il 30 marzo 2006 viene squalificato a vita, quindi radiato.

    La coca nel calcio è sempre” girata”…ultimo caso quello di Carrozzieri a Palermo.

    In sostanza ,cambia solo il nome della squadra e del giocatore ;ma il risultato comune è solo uno:chi sbaglia paga.

    Il Sig.Bacali,che di lavoro fa’ il magnaccio o pappone come meglio preferite,deve capire che all’epoca dei fatti,la Juventus sotto la mano amica di Alessandro Moggi,non aveva proposto a Mutu una bustina con 3 grammi,ma un contratto di “formazione lavoro”.
    In cui la Juventus Spa,aiutava un giocatore ormai allo sbando a rientrare nel calcio che conta,utilizzando il marchio di una delle societa’ piu’ famose al mondo.
    Io ricordo,come molti di voi ricordano; i vari sloogan che i tifosi avversari preparavano per Mutu in quel periodo,La Juve era etichettata come SanPatrignano,una Juve che anni addietro aveva combattuto una battaglia sul Doping grazie al grande allenatore,anzi l’allenatore piu’ vincente al mondo..alias Zeman!
    Vi chiedo:Come immagine sportiva,conveniva piu’ a Mutu venire alla Juve oppure alla Juve prendere Mutu?Chi rischiava di piu’??
    Caro sig.Bacali,Adrian Mutu deve solo ringraziare il nostro club,ha gia’ elemosinato abbastanza dalla Juventus,specialmente nel periodo in cui ci ha lasciati agonizzare in B,in cambio di un permesso di soggiorno a -10 in serie a con la Fiorentina!
    Noi…la parola scuse con Mutu,non abbiamo bisogno di usarla caro Bacali.
    Un sms per dire:Forza Adrian,se vuoi, ti regaliamo altri 17 milioni x farci perdonare il tuo ingaggio,non dobbiamo nemmeno immaginarlo.
    Caro Bacali,l’unica beneficenza che fa’ la Juve è custodita nella camere del Sant’Anna,dove ogni anno dei piccoli angeli lottano tra la vita e la morte…angeli che hanno la sola colpa di essere venuti al mondo senza nemmeno avere il tempo di scegliere con quale giocattolo accompagnare le loro giornate.Sono questi angeli a meritare un sms e non un UOMO che ha deciso di pippare cocaina mentre l’ex moglie ed i suoi figli correvano felici per le strade di Bucarest.
    Caro Bacali..la Juve non è un marchio di fabbrica utilizzato per pubblicizzare cocaina,è una passione che lega 14 milioni di tifosi in Italia,14 milioni di persone che per 2 anni hanno sostenuto un ex tossicodipentente.Sicuramente non è stato grazie ad una riserva di lusso se a torino si contano 29 scudetti(1 tra l’altro dato in beneficenza all’Inter).

    Come ricorda un vecchio slogan”giu’ le mani dalla juventus”

  4. Becali la giustizia è che chi sbaglia deve pagare … se un operaio lo prendono con la cocaina va in galera ripeto GALERA se …. Mutu ha sbagliato e ora deve pagare … la juve ha già fatto tanto x mutu ricostruendone il giocatore,l’uomo e l’immagine offrendogli una chance quando ormai nessuno credeva più in lui.ricordo che mutu è uno di quelli che ha abbandonato la juve dopo farsopoli,dovrebbero solo ringraziare la societa’ bianconera per averlo disintossicato e rilanciato!! Senza Moggi,adesso non sarebbe piu’ un calciatore da anni…

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi