Abete: "Conte condannato da giudici imparziali" | JMania

Abete: “Conte condannato da giudici imparziali”

Abete: “Conte condannato da giudici imparziali”

“Non pensate che si giudichi sulla base del tifo. Una volta un mio amico giornalista mi ha detto: i giudici sono tifosi. Ma voi avete visto mai una persona che sta nel mondo del calcio che non è tifosa? Il problema è un altro: saper svolgere il proprio ruolo ed essere equi nel giudizio al …

“Non pensate che si giudichi sulla base del tifo. Una volta un mio amico giornalista mi ha detto: i giudici sono tifosi. Ma voi avete visto mai una persona che sta nel mondo del calcio che non è tifosa? Il problema è un altro: saper svolgere il proprio ruolo ed essere equi nel giudizio al di là delle simpatie e antipatie che si posson avere”. Testi e musica del presidente Figc, Giancarlo Abete, che a margine dell’evento ‘Incontriamo lo sport’ svoltosi presso l’università Luiss di Roma, ha risposto alla domanda di uno studente sulla squalifica di Antonio Conte. “La confusione che si fa tra gli organi di giustizia sportiva e quelli di rappresentanza politica è impressionante – ha aggiunto Abete – In un paese civile la giustizia funziona quando è autonoma. Il nostro ordinamento sportivo si basa su principi di equiità, correttezza e trasparenza e ha regole più stringenti: in un processo penale l’omessa denuncia è un reato solo per pubblici ufficiali; nel sistema sportivo, invece, qualunque soggetto ha il dovere di dire se c’é stata un’omessa denuncia”.

Abete, però, non spiega come mai, spesso nei processi sportivi alcuni avvocati, pm o giudici possano stare al contempo dalla parte dell’accusa e della difesa: lo stare con un piede in due scarpe, ci pare implichi molte ma molte commistioni politiche e l’insistere su questo non può che continuare sulla strada della poca credibilità delle istituzioni sportive, già ai minimi storici. “Conte è stato squalificato e sta passando un momento particolare perché non può seguire la propria squadra –  ha commentato invece il CT dell’Italia, Cesare PrandelliSi sente sicuramente in difficoltà. Ma tutti noi dovremmo avere la correttezza di accettare i verdetti della giustizia sportiva. Le scommesse nello sport? Purtroppo sono legali e vanno accettate ma un professionista per me non dovrebbe mai scommettere”.

17 commenti

  1. Piccola parentesi: ieri l’interista Palazzi ha definitivamente ARCHIVIATO Ranocchia.. non c’è limite alo schifo di questa Lega corrotta!

  2. Lei Abete che parla di equità ? Lei che ha il coraggio di parlare di equità ? Ancora non si capisce bene dov’è questa equità in tutto sto caos .
    La verità sa quale è caro Abete ? Che voi della FIGC ce l’avete con Conte perchè vi da fastidio . Perchè è sincero e dice delle cose vere .
    Questi giudici non sono stati nè equi nè imparziali . Erano solo TIFOSI

  3. Non so perchè ma comincio a pensare che nelle parole di questo signore ci sia una buona dose di cattiveria nei confronti della Juventus . E poi si fa bello bello . Ho telefonato ad Agnelli per fargli i complimenti !!!!
    Quanto sei mieloso Abete . Guarda se fosse per me e se non fosse perchè sei il massimo esponente del calcio ti sbatterei il telefono in faccia e mai piu’ neanche un invito . NIENTE

  4. Difatti si è visto quanto fossero imparziali caro Abete .
    Ma almeno non raccontare storie .
    Questi giudici si chiamano in un solo modo TIFOSI .

  5. Per essere imparziali i giudici devono essere “terzi”, cioè non appartenere a nessuna delle parti in causa. La federazione (volutamente miniscola)è parte in causa con l’attuale datore di lavoro di Antonio Conte, quindi Palazzi è un componente della parte in causa; quanto al CONI, la federazione (sempre con la f minuscola) fa capo al massimo organismo sportivo italiano, quindi anch’esso è parte in causa.

  6. TRIADE_FOREVER

    I giudici dovrebbero essere imparziali….ma se vengono NOMINATI da Abete (ovvero dal Consiglio Federale!!!)….

  7. Capitan Haddock

    Ah, Max: radiato anche Giraudo, se per questo. Se proprio devi sparare ca..ate, almeno cerca di non fare errori.

  8. Capitan Haddock

    Max, dov’è il tuo accompagnatore? Si è dimenticato di darti la torazina.

  9. Antonio Pompeo Medaglia

    …..ma Abete (…ometto signore ..) ancora parli di giudici imparziali !!!! vi dovreste vergognare tutti….chiedo cosa diresti se in un processo ( dove non esiste il controinterrogatorio..) venissi condannato ingiustamente per l’accusa falsa di uno contro dieci che ti scagionano?…abbiate allora il coraggio di dire che la giustizia sportiva ha delle grosse crepe e cambiate le regole con accusa e difesa e sopratutto con interrogatori e controinterrogatori ma sopratutto con giudici IMPARZIALI e non con facce di bronzo che si nascondono dietro occhiali scuri……

  10. L’UOMO piu’ falso del calcio mondiale!!!!!!!!!!!La sua malafede si vede lontano un miglio!!!!!!!!!!!Fa parte del gruppo che comanda tutto il movimento malavi…o del calcio in italia.

  11. “L’etica non va in prescrizione”
    by G.A.

  12. Alla falsità dell’uomo (abete) non c’è fine!

  13. Capitan Haddock

    Bennuz, in effetti sputtanato lo è già. Però sì, è uno dei pochi per cui godrò come un riccio quando il loro castello di menzogne cadrà. Lui, Palazzi, Carraro, Sandulli, Ruperto, Narducci, Auricchio, Moratti, Galliani, Montezemolo, Zeman. Veramente, spero che ci vadano di mezzo personalmente, nei termini patrimoniali e penali più gravi possibile.

  14. Capitan Haddock

    Per una volta, dice il vero (ma senza rendersene conto, credo). I giudici non condannano sulla base del tifo. Condannano sulla base della convenienza. La loro convenienza e quella dei loro “protettori” che gli garantiscono di continuare a detenere posizioni di potere.
    Un esempio lo abbiamo visto nella vicenda Conte: Palazzi, poverino, è stato costretto a deferire Conte perché così voleva Abete e perché così voleva chi sta sopra di lui (non in senso strettamente gerarchico, s’intende, bensì chi consente ad Abete di detenere quella posizione). Appena Palazzi ha eseguito, ecco il premio: conferma per 4 anni, a prescindere da ogni considerazione sulla bontà del suo operato. Ah, naturalmente tutti gli ordini giudicanti si sono attenuti alla disposizione: fa niente se Conte è palesemente innocente, se occorre contraddirsi a più riprese, se occorre sfidare il senso del ridicolo. L’importante, infatti, non è erogare giustizia, ma preservare l’equilibrio.
    Discorso uguale nella vicenda Calciopoli, con l’aggravante che in quel caso la gestione familistica travalica i confini della giustizia sportiva e si estende anche a quella ordinaria (la storia del processo di Napoli parla chiaro….), includendo nel cono di opacità non solo i giudici ma anche gli inquirenti.
    Il tuttto nel silenzio della politica: gli unici che si sono mossi, lo hanno fatto per questioni di tifo e non già per rimediare allo sfascio del diritto e della giustizia. Che schifo.

  15. il conte della “super cazzola” anche oggi ci ha edotti a dovere… Voce e Testi stonati di un p…a patentato, bugiardo, falso come il made in cina. Vergognati uomo inutile..

  16. Sono sincero questo è una delle poche persone al mondo che vorrei vedere sputtanato, vorrei che tutto lo schifo che è uscito in questi anni gli si rivoltasse contro, che fosse costretto davanti a tutti ad ammettere quanto di lercio è stato fatto.Neanche in miniera ti manderei, sarebbe un torto per dei lavoratori come i minatori.

  17. Ancora parla?

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi