39: la barbarie e l’idiozia | JMania

39: la barbarie e l’idiozia

39: la barbarie e l’idiozia

39 sulle spalle. 39 per riempirsi la bocca di aria putrescente. 39 come il numero dei morti dell’Heysel. Me la ricordo quella notte, ero bambino e in tv non aspettavamo altro. Poi arrivarono le immagini della violenza, il bilancio dei morti, l’appello dei capitani e, per finire, la partita: vera e surreale al tempo stesso …

39 sulle spalle. 39 per riempirsi la bocca di aria putrescente. 39 come il numero dei morti dell’Heysel. Me la ricordo quella notte, ero bambino e in tv non aspettavamo altro. Poi arrivarono le immagini della violenza, il bilancio dei morti, l’appello dei capitani e, per finire, la partita: vera e surreale al tempo stesso con Platini che esulta dopo il goal su un rigore a dir poco generoso.
Adesso che sono cresciuto la consapevolezza di quelle morti assurde mi fa ribrezzo come una strage in un mercato iracheno o le bombe della mafia in via dei Georgofili a Firenze.
39 è un numero finito, una cifra concreta, la cifra dell’infamia non solo degli hooligans di allora ma ancor di più dei quei poveri imbecilli che credono di offendere la Juve e invece offendono il sentimento dei cari che piangono i loro morti.
Perché quei morti, prima che essere bianconeri, erano persone innocenti che erano andate a festeggiare. Persone che volevano  solo vedere una partita. Senza pensare agli idioti teppisti che li avrebbero spento.
L’umana pietà imporrebbe ai codardi che intonano cori di scherno quantomeno il silenzio. Ma 39 non è la cifra della loro idiozia, no. Per quella non basta un numero finito e non basterebbe nemmeno una sanzione. Non c’è pena che basti per chi non ha il cuore per capirne il senso  ma qualche provvedimento sarebbe ora di prenderlo.
Non per la Juve. Per le famiglie di quelle persone che hanno chiuso gli occhi per sempre all’Heysel.

Di Luca Falvo per Juvemania.it

Commenta

Questo sito utilizza cookies di terze parti. Per saperne di più o bloccare tutti o alcuni cookie leggi l'Informativa. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi